NVIDIA Tegra 5: prestazioni simili alle console Playstation 3 e Xbox 360

NVIDIA Tegra 5: prestazioni simili alle console Playstation 3 e Xbox 360


Stando a quanto dichiarato dai dirigenti della casa di Santa Clara, il futuro chipset NVIDIA Tegra 5 sarà in grado di garantire prestazioni pari, se non addirittura superiori, alle attuali home console Sony Playstation 3 e Microsoft Xbox 360. Semplice dichiarazione di marketing? Scopriamolo insieme.

Le attuali console PS3 e Xbox 360 hanno diversi anni sulle spalle, 7 la prima e 8 la seconda. Nonostante la loro età, gli sviluppatori di videogiochi sono riusciti a sfruttarle al massimo, regalando di mese in mese dei titoli indimenticabili non solo dal punto di vista grafico, ma anche del gameplay e della narrazione.

Negli ultimi anni c’è stato il “boom” del gaming portatile, grazie alla forte diffusione degli smartphone e dei tablet PC. Se prima il gioco in mobilità era un’esclusiva di Sony (PSP) e Nintendo (DS), adesso la situazione è del tutto diversa. E’ vero, ci sono le console dedicate PS Vita e Nintendo 3DS, ma la crescita di tablet e smartphone è sempre più grande.

Proprio in questo mercato NVIDIA ha deciso di focalizzare gran parte delle proprie risorse, e il futuro chipset Tegra 5 promette grandi cose per quanto riguarda la potenza computazionale. La console PS3 ha una potenza di circa 200 GFLOPS, e l’attuale chipset NVIDIA Tegra 4 è riuscito a raggiungere gli 80 GFLOPS. Non abbiamo ancora dei numeri precisi su Tegra 5, ma è facile che i 200 GFLOPS vengano raggiunti o superati.

La potenza comunque non è tutto: dobbiamo infatti considerare che il punto di forza delle console è che sono un hardware unico, e che rimane invariato per un gran numero di anni. Questa cosa invece non avviene con i tablet e gli smartphone Android, dato che ognuno di essi ha un hardware differente e ogni 6 mesi arriva il nuovo modello che cambia le carte in tavola.

Le console quindi sono destinate a sparire e lasciare spazio agli smartphone e tablet? No, visto che mancherà sempre l’ottimizzazione hardware e software, indispensabile per garantire ottimi titoli e una buona longevità del prodotto. Ma sicuramente in futuro i giochi 3D sui device portatili saranno sempre più belli da vedere, e speriamo altrettanto gradevoli da giocare.

[Via]


Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>