Apple presenta Mountain Lion: quando OS X incontra iOS

Apple presenta Mountain Lion: quando OS X incontra iOS

Apple presenta Mountain Lion: quando OS X incontra iOS

A sorpresa, i dirigenti di Apple hanno da poco presentato in maniera ufficiale Mountain Lion, la nuova versione 10.8 del sistema operativo desktop OS X e che promette grandi novità in materia di applicazioni.

Il nuovo Mountain Lion prima di tutto abbandona il suffisso “Mac”: d’ora in avanti, l’azienda di Cupertino chiamerà il suo sistema operativo desktop soltanto OS X, e non più Mac OS X. Per molti tutto ciò non cambierà assolutamente nulla, ma è chiaro l’intento di Apple: creare un unico ecosistema tra OS X e iOS, rompere le barriere tra computer fissi e dispositivi portatili come iPad e iPhone.

Apple OS X 10.8 Mountain Lion è il diretto successore di Lion e introduce oltre 100 novità. Quest’ultime non sono dei veri e proprio stravolgimenti, quanto piuttosto un miglioramento delle applicazioni preinstallate. Per alcuni, Mountain Lion rappresenta ciò che Lion doveva essere fin dall’inizio, ovvero un sistema operativo molto vicino a iOS.

L’applicazione Messages sostituirà iChat e funzionerà in maniera identica all’app iOS, con tanto di sincronizzazione automatica dei messaggi sui vari dispositivi portatili. Messages supporterà anche i network AIM, Jabber, Yahoo! Messenger e Google Talk.

I tecnici di Apple hanno poi inserito le app Reminders e Notes, oltre al Game Center, l’integrazione completa con Twitter, AirPlay mirroring, iCloud, centinaia di nuove API e il Centro Notifiche che include le notifiche di Mail, Calendar, Messages, Reminders, aggiornamenti di sistema e app di terze parti.

Mountain Lion sarà disponibile per il download dal Mac App Store alla fine di quest’estate, ad un prezzo non ancora svelato.

[Via]


One comment

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>