Apple e Nike insieme per lo sviluppo dell’iWatch

Apple e Nike insieme per lo sviluppo dell'iWatch


Stando ad alcune recenti indiscrezioni diffuse dai colleghi del sito Techmaniacs.gr, i vertici di Apple potrebbero aver deciso di chiedere aiuto ai tecnici della Nike per quanto riguarda lo sviluppo del tanto vociferato iWatch.

In questi ultimi mesi abbiamo letto voci di corridoio di ogni genere riguardo lo smart watch della Mela morsicata, e più passa il tempo, e più ci rendiamo conto che l’iWatch non è soltanto un’idea dei fan di Apple, ma qualcosa di più concreto e che potrebbe arrivare sugli scaffali dei negozi entro la fine dell’anno, molto probabilmente in concomitanza con l’uscita dei nuovi modelli di iPad e iPhone.

L’indiscrezione di oggi è particolarmente interessante: Apple potrebbe aver stretto un accordo di partnership con Nike per lo sviluppo hardware e software dell’iWatch. Consideriamo questa voce di corridoio più attendibile del solito per diversi motivi: prima di tutto, il CEO di Apple, Tim Cook, è membro del consiglio d’amministrazione di Nike, e pertanto ha un certo potere decisionale all’interno della nota azienda sportiva.

Apple e Nike insieme per lo sviluppo dell'iWatch

Secondariamente, Apple e Nike collaborano già da tempo nel campo del fitness: pensiamo infatti a tutti gli accessori Nike+ compatibili con iPhone, iPad e iPod Touch. Addirittura, i lettori musicali di Apple hanno già preinstallata l’app Nike+, e sul sensore da inserire nella scarpa da running o training c’è il logo della Mela morsicata.

A rafforzare tali indiscrezioni è la recente notizia che Nike ha deciso di interrompere lo sviluppo hardware dei propri prodotti FuelBand, concentrando gli sforzi sul software Nike+.

Le fonti vicine al progetto hanno fatto sapere che questa nuova partnership servirà a rendere l’iWatch uno strumento ideale non solo per il fitness, ma anche per l’analisi accurata dei movimenti dell’utente durante tutte le ore del giorno. Il device inoltre dovrebbe supportare tante funzioni tipiche di iOS, come ad esempio CarPlay, AirDrop e i pagamenti tramite iBeacon.

[Via]


2 Comments

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>