USA, compra un iPad ma trova una risma di fogli

Le truffe non accadono soltanto in Italia, verrebbe da dire, ma anche negli Stati Uniti d’America. Se si può definire truffa non è chiaro, ma sicuramente quello che è accaduto rispecchia le classiche che avvengono nel nostro Paese. Una madre per il compleanno della figlia decide di comprarle un iPad presso un Wal Mart, una delle catene più note dell’America, e di spendere, così, 479 euro per accontentare Courtney. La signora Akers, che vive in Texas, però, non poteva immaginare che all’apertura della confezione all’intero ci sarebbe stata una risma di fogli.

All’inizio la figlia pensa a uno scherzo della madre e nonostante la delusione prova a prenderla a cuor leggero, ma non c’era nessuno scherzo, o almeno non da parte della madre. Intervengono i media e lo scandalo si espande, con l’ovvia conseguenza che la catena decide di ritirare la risma di fogli e promettere un cambio alla signora. Il problema a questo punto sembrerebbe legato a chi aveva restituito la scatola dell’iPad, probabilmente perché non soddisfatto dell’acquisto o per altri motivi a noi ignoti: fatto sta che la Wal Mart non si era preoccupata di controllarne il contenuto e così come lo aveva ricevuto aveva deciso di rivenderlo al nuovo arrivato.


Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>