USA, brucia le mani al figlio che voleva toccare l’iPad

L’iPad spesso può portare anche ad atti decisamente inconsulti e in preda all’ira. È accaduto negli Stati Uniti d’America, che proporzionalmente alla grande popolazione che ospitano sono più avvezzi a casi di stranezza totale, precisamente a Washington, dove una giovane madre di 27 anni, Karina Torrescano Hernandez, di chiara origine sudamericana, ha bruciato le mani al figlio di sei anni, dopo che quest’ultimo aveva osato toccare l’iPad della genitrice.

Un gesto ridicolo oltre che incomprensibile. All’ospedale, dove il bambino è stato portato, i medici hanno rinvenuto altre ferite sul corpo del piccolo, così come su quello del fratello minore, di tre anni. Dopo un tentativo di menzogna da parte del bambino, che affermava di essere caduto su un campo di calcio, in lacrime, successivamente, è avvenuta la confessione. La denuncia della baby sitter ha aiutato gli inquirenti a risolvere il caso e a confermare gli atti di violenza della Hernandez nei confronti dei due figli, forse colpevoli di aver tentato di mettere le mani e le dita sulla tavoletta della Apple, tanto agognata e desiderata. La donna è stata ora arrestata e i figli sono stati affidati in tutela a un parente.


One comment

  1. 1

    Va bene, se vogliamo infilare in questa notizia l’iPad possiamo farlo. Ma qui il problema è ben più grave, trovo inutile e fuori luogo banalizzare il tutto con l’ultimo commento.

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>