RIM ha organizzato la campagna Wake-Up contro Apple in Australia

RIM ha organizzato la campagna Wake-Up contro Apple in Australia

RIM ha organizzato la campagna Wake-Up contro Apple in Australia

Proprio ieri vi avevamo svelato che Samsung non c’entrava assolutamente niente con l’organizzazione della campagna Wake-Up contro Apple in Australia, precisamente davanti all’Apple Store di Sydney.

Oggi finalmente il mistero è stato risolto: la “protesta” pubblicitaria infatti non è originaria della Corea del Sud, bensì del Canada. I dirigenti di Research In Motion hanno infatti ammesso che è stata loro l’idea di organizzare un flashmob del genere, con gente pagata per protestare davanti all’Apple Store con tanto di cartelli neri con scritto “Wake Up”, ovvero “svegliatevi”.

Tutti pensavano a Samsung come organizzatrice dell’evento, anche perchè proprio nell’ultimo video teaser sul Galaxy S3 aveva paragonato gli utenti Apple a dei “pecoroni”. L’annuncio di RIM arriva quindi con un po’ di sorpresa, anche perchè l’azienda canadese dovrebbe pensare a ben altro, piuttosto che organizzare campagne pubblicitarie di questo tipo.

Qui di seguito vi riportiamo un estratto del comunicato stampa di RIM:

“Possiamo dare conferma che la campagna publbicitaria australiana “Wake Up”, che ha previsto una serie di attività sperimentali a Sydney e Melbourne, sia stata organizzata da RIM Australia. Un annuncio ufficiale avrà luogo il 7 maggio, il cui scopo sarà di provocare una discussione su cosa “essere in affari” significhi per gli australiani.”

[Via]


2 Comments

  1. 1

    Ahahahahah, e a cosa dovrebbe pensare a fare pubblicità sul vostro blog????? Rim ha semplicemente messo in piedi un’azione di marketing alternativa, niente di più, niente di meno.

    • 2

      Ciao Daniele,
      il problema è che RIM non naviga certo in belle acque dal punto di vista finanziario, e questa mossa ha creato in Rete più pareri negativi che positivi, tutto qui 🙂

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>