Negli USA il numero di E-book venduti supera quello dei libri cartacei

Giovedì scorso, 14 aprile, l’Association of American Publisher (Associazione Nazionale degli Editori, AAP) ha ufficializzato che negli States l’e-book è il formato più usato per leggere i libri. Rispetto al febbraio 2010 i numeri sono pressoché triplicati, attestandosi vicino all’incredibile di 90,3 milioni di titoli. Il dado è oramai tratto, in ogni categoria l’e-book ha superato la carta.

Il CEO di AAP, Tom Allen, ha spiegato che le case editrici hanno assecondato il passaggio al digitale del pubblico, fornendo ogni titolo sia in formato digitale che cartaceo, perché ovviamente non è ancora tramontato del tutto l’interesse nel formato classico.

Gli editori hanno spesso combattuto per controllare il prezzo dei libri, e possono essere considerati come corresponsabili per l’avvento ed il sopravvento di canali di vendita online, come quelli di Apple e Amazon, che consentono agli editori un certo controllo e lasciano ai rivenditori un ricavo fisso. Questo modello non è esente da critiche, tant’è che nel Regno Unito sono scattate indagini volte a verificare se gli accordi tra editori e rivenditori non siano volti a mantenere alti i prezzi dei contenuti acquistabili dagli utenti.

A questo punto si attende il passaggio successivo, quello che il settore musicale e, in parte, quello del Cinema hanno già compiuto, ossia quello della digitalizzazione completa della vendita del prodotto. Alcuni passi sembrano già essere stati compiuti, infatti molte catene di librerie storiche, come Borders, o hanno fallito o si sono prodigate per convincere i propri clienti ad acquistare un e-book reader.

In Europa le vendite di e-book non sono ancora paragonabili a quelle degli States, tuttavia in passato il Vecchio Continente ha seguito quasi tutte le tendenze del Nuovo Continente, e l’altissima penetrazione di dispositivi (tablet, smartphone e Kindle) in grado di leggere e-book ha sicuramente preparato il terreno.

E voi che farete? Acquisterete oggi stesso un reader o continuate a preferire i vecchi libri cartacei?

[Via]


One comment

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>