Lo strano caso dei suggerimenti di Google..

Se vi è capitato di recente di effettuare una ricerca su Google da PC, Mac o da un altro dispositivo Apple (in questo caso io ho postato uno screenshot dal mio iPhone) ed avete inserito come prime due parole “Google è”, avrete notato una cosa davvero simpatica: la pagina dei suggerimenti di Google suggerisce di cercare “Google è Dio”.

Ma la stranezza, se vogliamo definirla così, non finisce qui!

Ho voluto, per pura curiosità, cercare cosa suggeriva Google per Apple.

Ho scritto, come nel primo caso, “Apple è”, e come primo suggerimento mi è apparso: “Apple è il male”. Quasi come se si trattasse di due sette religiose, in cui Google rappresenta la salvezza ed Apple il lato oscuro della forza.!

Insomma, probabilmente tra queste due aziende, nonostante i numerosi accordi commerciali, l’astio continua..

Cosa ne pensate? E’ voluto o no, da quelli di Mountain View, a mò di messaggio subliminale per i suoi utenti??

Secondo voi Apple non dovrebbe fare qualcosa, almeno sui suoi dispositivi?

Intanto vi invito a ripercorrere i miei stessi passaggi!!


4 Comments

  1. 2

    Anche se curiosi, non sono suggerimenti di ricerca manipolati da big G secondo me. I suggerimenti sono generati in automatico in base al numero di pagine e ricerche presenti nel db per quelle key. “Apple è il male” ad esempio, è dovuta alla dichiarazione di Stallman citata e ricitata da numerosi blog nella rete 😉

  2. 3

    Come si spiega che se realizzano ricerche in lingua inglese (google.com) non vengono forniti gli stessi suggerimenti?
    secondo me può avere ragione Donny.. però non escludo del tutto l’ipotesi complottistica (o come cavolo si dice!)…
    cmq sempre ottimi post succosi!!
    brava Elisuccia!

  3. 4
    Elisa Ceccarelli

    Grazie Tomas! 😉

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>