L’iPad rischia di aumentare la pirateria del fumetto

Dopo la crisi delle case discografiche che hanno dovuto fronteggiare l’avanzare possente della pirateria musicale, ora anche i fumetti rischiano di terminare nella stessa bolgia. A riportarlo è TUAW, sito di informazione statunitense, che analizza la possibile distruzione del mercato fumettistico soprattutto a causa dell’avvento di strumentazioni come l’iPad.

Il tablet della Apple, inutile dirlo adesso come se fosse una novità, è oramai un acclarato ebook reader, inoltre col nuovo modello, più leggero e più facile da portare con sè, si riesce ad avere tantissimi libri nella propria libreria iBooks da poter leggere da un momento all’altro: il timore degli analisti del caso, quindi, risiede nel fatto che tale funzionalità possa invogliare i possessori di iPad a scaricare più frequententemente fumetti dalla rete avendo trovato nella tavoletta Apple un alleato più valido dello schermo del computer per leggere le famose scan.

Che il fumetto abbia preso una piega poco felice in Italia, ma probabilmente anche nel resto del mondo, è risaputo, e questo si può denotare soprattutto da come i manga giapponesi siano oramai più veloci ad arrivare nelle nostre abitazioni rispetto alle edicole: ora che però tale preoccupazione prende il sopravvento sarebbe il momento di pensare ad una soluzione. La musica l’ha trovata in iTunes, il fumetto dove andrà a finire?


Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>