iPod Touch 6G smontato da iFixit, ecco l’hardware interno!

iPod Touch 6G smontato da iFixit, ecco l'hardware interno!


I ragazzi del sito iFixit, come da tradizione, si sono divertiti a smontare pezzo per pezzo il nuovo iPod Touch 6G, e in questo articolo vediamo di scoprire insieme le differenze rispetto al modello precedente.

Ci teniamo subito a sottolineare che l’aspetto dell’iPod è rimasto sostanzialmente lo stesso: invariate le misure della scocca, e in tutta sincerità è davvero difficile riuscire a realizzare un device ancora più sottile, considerato tuto l’hardware interno. E parliamo proprio di componenti: come molti di voi già sapranno, l’iPod Touch di sesta generazione rappresenta un aggiornamento molto importante del popolare lettore musicale della Mela, visto che i componenti interni sono gli stessi dell’iPhone 6.

Le prestazioni in generale sono quindi molto elevate, praticamente a pari livello dell’iPhone 6. Il chipset Apple A8 è lo stesso, tuttavia nell’iPod Touch lavora ad una frequenza inferiore per via del poco spazio disponibile per la dissipazione del calore. Ma considerato che il Retina Display da 4 pollici ha meno pixel rispetto a quello dell’iPhone 6 da 4.7 pollici, non ci dovrebbero essere delle differenze sostanziali in termini prestazionali.

Come al solito, smontare il dispositivo è una vera e propria impresa, soprattutto perchè la scocca è tenuta insieme da un collante molto resistente. Purtroppo quasi tutti i componenti sono saldati tra di loro. La bella notizia è che la batteria è in bella vista, quindi si può sostituire (sempre se siete riusciti ad aprire la scocca). Per questi motivi, iFixit ha deciso di dare all’iPod Touch 6G il voto di riparabilità di 4 su 10. In poche parole, le riparazioni “fai da te” sono da dimenticare, e i più esperti potranno soltanto sostituire la batteria e al massimo il display.

[Via]


Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>