“iOS in the Car” cambierà il modo di guidare?

ios in the car

Al keynote di lunedì alla Worldwide Developer Conference (WWDC), Apple ha impiegato circa un’ora e mezzo per mostrare i nuovi hardware e software che dobbiamo attenderci per l’autunno. Per tutti la notizia più importante è stata il nuovo sistema operativo mobile per iPad, iPhone e iPod Touch, che cambierà l’idea che abbiamo di iOS. Tuttavia sono state rivelate molte altre novità, tanto che la società di Cupertino non ha fatto in tempo a riservare a ciascuna di esse l’attenzione che meritava. Una di queste è “iOS in the Car“.

La funzione “iOS in Auto” non si traduce semplicemente nell’utilizzare l’app Maps mentre l’iPhone è posizionato sul cruscotto. Apple ha fatto squadra con nuovi produttori di automobili per creare un servizio che colleghi il dispositivo iOS con il veicolo, in modo che quest’ultimo possa avere accesso alle mappe, a Siri e ad altro ancora, tutto visualizzato sul display della vettura.

Con iOS in the Car, l’automobile sarà in grado di sapere a che ora lascerete casa per andare a lavoro, quali saranno le condizioni del traffico e quanto impiegherete per coprire il tragitto. Ovviamente sarà anche possibile ricevere indicazioni turn-by-turn come un vero navigatore satellitare.

Apple ha pensato anche alla sicurezza degli automobilisti: invece di dover utilizzare l’iPhone durante la guida per ascoltare i messaggi in segreteria e rispondere alle telefonate, Siri si collegherà al veicolo e permetterà di telefonare o ascoltare le chiamate perse.

Sembra quasi superluo aggiungere che iOS in the Car permetterà lo streaming di canzoni, podcast, audiolibri e tanto altro presente sull’iDevice.

Con tutte queste nuove funzionalità, Apple contribuirà senza dubbio a rendere la guida dei propri utenti più piacevole e soprattutto più sicura, eliminando tutte le possibili cause di distrazioni fatali. Se il sistema dovesse avere successo potrebbe presto essere emulato da tutti gli altri produttori di smartphone, cambiando le abitudini della maggior parte dei guidatori.

[via]


Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>