Il mercato nero della beta di iOS 6 sommerge la rete

Probabilmente vi sentirete tirati fuori dal mondo quando sentirete che tutti i vostri amici hanno una beta di iOS 6 da provare e voi invece no. Ebbene un motivo c’è, ma non è di sicuro colpa vostra o da attribuire a voi tutti: il mercato nero della beta si è sviluppato in maniera tremendamente ampia. C’è da esordire dicendo che se la cessione della beta avviene esclusivamente agli sviluppatori autorizzati un motivo ci sarà: bisogna testare le funzionalità di iOS 6 prima che questa venga messa sul mercato, così come avviene per ogni alfa o beta version.

Si dà poi la possibilità di studiare le API e valutarne il funzionamento per ottimizzare le proprie app e crearne delle nuove che possano comunque girare sul nuovo sistema operativo Apple. Ora, però, a quanto pare la beta è diventato un mezzo di divertimento sfrenato da parte dei più. Vantarsi su Facebook, su Twitter, o qualsiasi altro Social Network, ma per fortuna non ancora per strada dinanzi alle incredule e, nella maggior parte dei casi, ignoranti persone che camminano sui marciapiedi, è diventata una pratica all’ordine del giorno.

Ovviamente all’utente che si è impossessato della beta tramite tale sistema che definiamo ancora “mercato nero” non interessa poter potenziare l’aspetto del sistema operativo, valutarne le migliorie e segnalare eventuali problemi, per poi aggiornare, in tempo con la scadenza, che porta alla release ufficiale, le proprie app e i propri lavori. Tral’altro c’è da segnalare che in molti hanno avuto l’infelice idea di acquistare anche la versione beta di iOS 6: pagare per vantarsi di qualcosa è sicuramente la mossa più indovinata del momento. Aspettare un paio di mesi per avere un prodotto ufficiale sotto mano a volte non guasta.


3 Comments

  1. 1

    Credo d’essermi perso un passaggio… la beta di iOS 6 è a pagamento?! o__O
    Dovrebbero rilasciarla gratuitamente a tutti i dev che hanno comprato una licenza per sviluppare su iOS!

    Apple non sa più chi mungere… d’altro canto, se gli utenti iOS non fossero così abituati (e quindi propensi) a pagare il software, non so quanti sviluppatori avrebbe questa piattaforma.

    Piccolo OT: trovo alquanto ironico che su iOS si possano “crackare” gli acquisti in-app, mentre su Android non ci sia questa possibilità. XD

    • 2

      non è a pagamento… la beta è ovviamente gratuita ma scaricabile solo dagli sviluppatori che hanno un account appunto da sviluppatori.
      Altri invece si rivolgono sottobanco (e a pagamento) per avere una beta che non dovrebbero avere…

  2. 3

    Io l’ho installata e figuriamoci se l’ho pagata, primo bug trovato quando si aprono le mappe compare vicino alla localizzazione in basso a destra la possibilitá delle mappr 3d che su iphone 4 non dovrebbe esserci!

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>