Apple potrebbe presentare un “Siri Speaker” alla WWDC 2017?

Chi di voi segue l’evoluzione del mondo tecnologico probabilmente ha riconosciuto il dispositivo nell’immagine qui sopra. Si chiama Amazon Echo, e se non lo avete mai visto è perché in Italia non c’è, in quanto è limitato solamente agli Stati Uniti.

Si tratta, in pratica, di un altoparlante con microfono che permette di attivare l’assistente vocale Amazon per chiedere delle informazioni; una delle cose che può fare è permetterci di ascoltare musica, mentre un’altra è quella di attivare il sistema Amazon per la domotica, che consente di attivare o disattivare i dispositivi che abbiamo in casa.

Secondo alcuni rumor, anche Apple avrebbe intenzione di entrare in questo mercato presentando, a Giugno, un Siri Speaker, cioè un dispositivo basato interamente su Siri che permetterebbe di fare più o meno le stesse cose nonché, magari, anche di controllare i dispositivi OSX, iOS e anche la Apple TV.

Un dispositivo che avrebbe senso e non lo avrebbe, perché comunque (a differenza di quanto accade per Amazon) abbiamo tutti un iPhone, un iPad o in Apple Watch per poter controllare le cose, per cui un dispositivo del genere sarebbe superfluo; dall’altro lato, però, è utile per fare un dispositivo per ascoltare musica (che Apple non ha) e per permettere di usare HomeKit anche a chi non ha un iPhone e/o un iPad.

Si tratta solamente di rumor, anche se è praticamente certo un miglioramento di Siri che verrà presentato a Giugno (perché negli USA è stato molto criticato rispetto ad altri assistenti vocali più efficienti).

Per quanto riguarda invece il nostro paese, probabilmente sarà difficile arrivare a gioire: infatti, allo stato attuale delle cose Siri non è neanche presente in Italiano, su Apple TV, e comunque gli accessori HomeKit, a più di due anni dalla presentazione, stentano molto ad arrivare qui da noi; anche se fosse presentato, insomma, come Apple Pay potrebbero volerci anni prima che uno speaker del genere arrivi anche nel nostro paese.

Sempre che, quando arriva, serva effettivamente a qualcosa: voi che cosa ne pensate?


Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>