Apple Macbook Pro Retina da 13 pollici: ecco le prime immagini in anteprima

Apple Macbook Pro Retina da 13 pollici: ecco le prime immagini in anteprima

Apple Macbook Pro Retina da 13 pollici: ecco le prime immagini in anteprima

Sul sito cinese WeiPhone sono state diffuse tante nuove immagini in anteprima di quello che pare essere il Macbook Pro Retina Display da 13 pollici.

Il computer portatile di Apple, già al centro di numerose indiscrezioni negli ultimi giorni, dovrebbe essere presentato ufficialmente domani nel corso della conferenza stampa dedicata all’annuncio dell’iPad Mini.

Nei vari scatti, che potete visualizzare cliccando sul collegamento in calce alla notizia, si nota come il nuovo Macbook Pro Retina da 13 pollici sia estremamente sottile e abbia due porte di connettività Thunderbolt ad alta velocità, un’uscita video HDMI, alcune porte USB e lo slot per la scheda di memoria Secure Digital. Ci sono poi alcune immagini dei componenti interni della scheda madre, dove è possibile notare la presenza di 8 GB di memoria RAM saldati sulla scheda madre.

Il nuovo portatile della Mela dovrebbe avere un display con diagonale di 13.3 pollici e risoluzione di 2560 x 1600 pixel, con un densità di 227 ppi. Per quanto riguarda il prezzo di vendita, si vocifera che la versione base abbia un costo attorno ai 1700 dollari, per arrivare oltre i 2000 dollari per il modello con la configurazione hardware top di gamma.

Non ci resta che attendere domani sera per saperne di più a riguardo.

[Via]


6 Comments

  1. 1

    Il nuovo PC della Mela? PC?!?! Nel senso di Personal Computer, OK, ma non dimentichiamoci tutto il tormentone di “Hi, I’m a Mac…”.
    Sinonimi possibili: laptop, portatile, gioiello, realizzione, fantasia, fenomeno ….. fai tu, ma PC, ti prego no!

  2. 2

    PC = personal computer, quindi un Mac è un PC a tutti gli effetti 😉

    • 3

      Non lo metto in dubbio, ero stato il primo a dirlo, dopotutto, ma nell’uso comune della lingua Mac è MacOS e PC è Windows, dimmi che non è vero e chiudiamo il discorso per incompatibilità culturale.
      La campagna pubblicitaria “I’m a Mac” ha sottolineato ed evidenziato questa differenza e scrivere un articolo parlando di PC riferendosi a un Mac non è una scelta felice.

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>