Apple iPad Air 2 con SIM virtuale negli USA

Apple iPad Air 2 con SIM virtuale negli USA


I fan Apple di vecchia data sapranno già che la casa di Cupertino stava lavorando sulla SIM virtuale da diversi anni, e adesso con il nuovo iPad Air 2 è finalmente realtà.

Si tratta di una novità davvero molto importante, e siamo convinti che nel giro di pochi anni rivoluzionerà l’intero settore dei dispositivi portatili: in poche parole, acquistando negli USA un nuovo iPad Air 2 nella configurazione Wifi + Cellular (ovvero con connettività di rete 4G LTE), all’interno del tablet sarà già presente una SIM card virtuale targata Apple in grado di poter funzionare sui 3 principali gestori telefonici del Paese a stelle e strisce, ovvero AT&T, Sprint e T-Mobile.

E’ da tempo che Apple sogna un futuro di iPhone e iPad senza SIM card, e la novità presente nell’iPad Air 2 è un primo, ottimo inizio. I vantaggi sono due: per Apple, eliminare lo slot della SIM card sarebbe una bella cosa dal punto di vista ingegneristico, e per l’utente medio sarebbe una grande comodità. Immaginate un futuro dove non si dovrà più cambiare SIM al cambio di operatore, e si farà tutto online attraverso un’app o le impostazioni del device.

Apple iPad Air 2 con SIM virtuale negli USA

Come possiamo leggere sul sito ufficiale americano, la SIM Apple presente nell’iPad Air 2 permette non solo di scegliere l’operatore, ma anche il piano tariffario, direttamente dalla schermata delle Impostazioni. Ecco un estratto della descrizione:

“La nuova Apple SIM è preinstallata su iPad Air 2 con opzione d’acquisto WiFi+Cellular. Apple SIM ti offre la flessibilità di scegliere da una varietà di piani a breve scadenza, ad una selezione di carrier negli USA e in UK, direttamente dal tuo iPad. Quindi, ogni volta che ne hai bisogno, puoi scegliere i piani che ti servono di più, senza contratti a lungo termine. E quando viaggi, puoi anche scegliere il piano dati di un gestore locale per tutta la durata del tuo viaggio.”

A quando una cosa del genere anche in Italia? Speriamo presto.

[Via]


One comment

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>