Apple e Google, è finita la guerra legale sui brevetti

Apple e Google, è finita la guerra legale sui brevetti


A sorpresa, Apple e Google hanno annunciato di aver trovato un accordo riguardo i vari brevetti registrati da entrambe le parti, e hanno anche fatto svelato di essere al lavoro sulla riforma dei brevetti negli USA, perchè non si può più andare avanti con una situazione del genere.

I due colossi dell’informatica sono da tempo impegnati nei Tribunali di tutto il mondo in merito a numerosi brevetti registrati e usati in moltissimi device: iPhone, iPad, iPod touch, ma anche smartphone e tablet Android. A sorpresa, le due compagnie hanno trovato (finalmente) un accordo, e tutte le cause legali in corso tra Apple e Google verranno chiuse. E non è finita qui. Il bello deve ancora venire.

Attraverso un comunicato stampa, Apple e Google ci tengono a precisare che questo accordo non prevede la licenza reciproca per i vari brevetti utilizzati all’interno dei sistemi operativi iOS e Android, ma le due compagnie non si faranno più causa, e anzi.. si impegneranno a spingere sulla riforma dei brevetti statunitensi. L’attuale sistema di registrazione e uso dei brevetti non va bene, e dev’essere cambiato. Ci sono voluti un bel po’ di anni, ma finalmente anche Apple e Google l’hanno capito.

Apple e Google, è finita la guerra legale sui brevetti

Samsung comunque non può stare tranquilla: le cause legali tra Apple e il colosso sud coreano continueranno come sempre, visto che riguardano altri motivi, non legati al software sviluppato da Apple o da Google. Per chi non lo sapesse, Samsung è stata più volte accusata dalla casa di Cupertino di aver copiato il design e l’interfaccia dell’iPhone e dell’iPad.

Google ha comprato Motorola Mobility nel 2012, e proprio grazie a tale acquisizione è venuta in possesso di moltissimi brevetti importanti nel settore degli smartphone e tablet PC.

[Via]


Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>