iPad Pro esce l’11 Novembre, e costa il doppio dell’iPad Air 2 dell’anno scorso

Ti piace questo articolo? Aiutaci a crescere con un like:
10

Va bene, siamo un sito di iPad e avremmo dovuto riportare la notizia prima di tutti, ma tanto sicuramente la conoscerete, visto che tutti hanno riportato data di uscita, prezzo, commento degli amministratori Apple su quanto l'iPad Pro sia splendido (che io mi rifiuto di riportare!).

Per chi non lo sapesse, comunque, l'iPad Pro ci porta l'Estate di San Martino perché esce l'11 Novembre, si potrà trovare negli store e online, l'Italia è tra i primi paesi dove viene commercializzato, e il costo va da 919 euro nella versione di base (32 GB Wi-Fi) a 1.249 euro (stica!) per la versione 128 GB Wi-Fi+Mobile.

Ma non finisce qui: già che siamo a spendere compriamo anche la Apple Pencil, che costa 109 euro in più, e la Smart Keyboard, che ne costa 179. Per un totale, con la versione base, di (sole) 1.207 euro. Non c'è male.

Tablet o computer?

Il prezzo è quello di un computer molto, molto potente. E va anche bene, io sto scrivendo questo stesso articolo da un iPad Air 2 e mi trovo benissimo, ma è un iPad Air 2 che ho pagato 700 euro nella versione da 128 GB, insomma un bel po' di differenza. Ma con quei soldi mi comprerei un computer.

Perché a me ciò che piace dell'iPad è che è leggero, lo porto in giro, oggi mi sono messo a scrivere gli articoli in un boschetto mentre facevo le foto autunnali, ma non è mai ingombrante. Ho una borsina delle dimensioni giuste e lo tengo lì dentro, e lo porto sempre con me perché non è troppo grosso. Sono sempre in giro, ed è per questo che preferisco l'iPad al computer: il computer è troppo grande per essere portato sempre con sé e lavorare anche quando hai cinque minuti soli liberi.

Un iPad con lo schermo grosso è utile, certo, per vedere le cose grosse (l'iPad Gro, per dirlo alla Scottecs) e sarebbe utile da usare come un computer, se non che… beh, non lo è.

Le applicazioni che ci sono, come iMovie, la suite Office, la suite iWork, Photoshop, sono ancora troppo programmi da mobilità, con poche funzioni semplici da raggiungere, e nulla di avanzato per chi con l'iPad ci deve lavorare, il che fa comunque preferire magari un Mac ad un iPad del genere, nonostante (vedi la scomparsa del Macbook Air) vogliano sempre di più sostituire i tablet ai computer.

Ad un certo punto, le strade percorribili saranno due:

  • Le app per tablet rimarranno le stesse che ora sono sugli iPad normali, solo un po' più grosse e con ottimizzazioni minime, il che dovrebbe portare alle mancate vendite dell'iPad Pro, che è troppo costoso per ciò che offre;
  • Qualcuno si metterà a sviluppare app di livello professionale anche su iPad, magari non solo Pro ma anche Air ed Air 2, con la conseguenza che questi dispositivi diventeranno sempre più simili ai computer.

Ovviamente si spera sempre nella seconda soluzione, perché far diventare performante e potente un dispositivo che effettivamente è molto utile sarebbe un'ottima cosa, che potrebbe far avere un minimo di senso ad un prodotto del genere.

Allo stato attuale delle cose, un coso del genere, semplicemente, non è giustificato: sarebbe come se la Ferrari si mettesse a produrre macchine e aprisse una ditta in Papua Nuova Guinea, dove nemmeno c'è l'asfalto. Come si possono sfruttare, così, le potenzialità del Cavallino Rampante?

Io, personalmente, non lo acquisterò, anzi sono quasi contento (da un lato, capitemi) che non sia uscito un iPad Air 3 così il mio Air 2 continuerà ad essere supportato. E voi, invece, che cosa farete? Anche se magari poi non lo acquistate perché costa troppo, se costasse tipo 600 euro di base lo prendereste?

Date un po' di vita alla sezione dei commenti, che è sempre vuota 🙂

 


Ti piace questo articolo? Aiutaci a crescere con un like:

10 commenti dal blog

  1. Antonio ha detto:

    Concordo.

    Quando si iniziava a parlare di IPad Pro ho pensato: meno male si potrà lavorare meglio, e, in effetti, sarebbe anche vero.

    Per lavoro uso un sony vaio mezzo tablet e mezzo computer che mi fa dannare per il sistema operativo ma che con qualche difficoltà uso anche in mobilità ed è comodo per lo schermo grande.

    Ma il prezzo è da follia.

  2. Guglielmo ha detto:

    No ipad pro…mi Sa tanto da prostata! Io possiedo l’ipad di 3ª gen. e presi la fregatura nel 2012 poichè in autunno uscì quello di 4ª gen. Volevo sostituirlo con ipad air 3, ma visto i capricci di Tim “Apple”,aspetterò assolutamente il prossimo anno. Condivido il tuo punto di vista,ciao.

  3. Tiago ha detto:

    Io compro uno ogni due uscite, ma credetemi la Pro non fa per me. Aspetto la air 3 uscirà…. Prima del previsto.
    La pro é economicamente ingiustificabile, principalmente per chi possiede un iMac.

  4. Stefano ha detto:

    Ho un vecchio e glorioso IPad 2 che è con me da anni e che tante soddisfazioni mi ha dato, ma ora è troppo lento, va quasi a scatti, il pulsante home a tratti non funziona quindi è arrivato il momento di cambiarlo ma non so se prenderò il Pro. Lo uso a casa, sul divano, non ho bisogno di “mobilità” nè di app professionali. Vedrò il costo del 64gb, diversamente penserò ad un AIR2 o al 3 (qualcuno lo ha citato…).

  5. Maurizio ha detto:

    Si, io invece penso di prenderlo….il mio MacBook Air ormai è’ troppo vecchio e non posso più’ rimetterlo in sesto, venderò o regalero’ a mio nipote l’Ipad 2….credo per le mie esigenze sia perfetto. Penso comunque venda abbastanza, peccato in USA costi sensibilmente meno.

  6. Rik ha detto:

    E per rispondere alla tua ultima domanda: si a 600 € ci avrei fatto un pensiero anche se i 12.9 pollici non mi servono.

  7. Pat ha detto:

    Non mi so ancora esprimere, credo dovremo attendere e vedere che tipo di app apposite usciranno. Visto il prezzo e la scarsa mobilità che può offrire un tablet così, credo che per ora attiri soprattutto gli ‘addetti ai lavori’. Penso soprattutto a chi fa grafica, agli ingegneri, a chi, insomma, lavora coi disegni. Il prezzo è quel che è, da sempre Apple ci stupisce con cifre astronomiche, poi però tutti fanno la fila per comprare i loro prodotti. In fondo, l’iPad Air 2 da 128 non costava tantissimo di meno all’uscita. Un tablet di questo tipo, secondo me, non va visto come sostituzione di un MacBook o altro: è un dispositivo a sé, utile a chi ha bisogno di uno schermo grande su un tablet. Può voler dire tutto e niente, ma chi ne ha bisogno sa di doverlo avere. A differenza degli iPhone -che comprano tutti, anche quando basterebbe spendere un terzo con prodotti della concorrenza, dato che ci mandano solo messaggi su WhatsApp e fanno selfie- l’iPad Pro va acquistato solo se serve davvero, soprattutto per lavoro. Qui contano le esigenze reali, non lo status symbol. Almeno secondo me.

  8. Paolo ha detto:

    Anch’io mi trovo nella situazione di cambiare , ho un “datato” powerBook G4 da 17″ che ormai è agonizzante, che mio figlio anni fa acquistò per fare grafica e che mi ha lasciato. Ora mi trovo al punto visto che non ho più trentanni ma più del doppio di scegliere un prodotto per “famiglia” senza pretese particolari e che potri usare soprattutto per mail. facebook, ricerche su siti , un po’ di archivio foto e qualche altra bischerata , tipo scrivere e atampare, ad una velocità maggiore di quella che mi permette il G4. Se c’è qualcuno che mi può dare un consiglio grazie di cuore.

    • Maurizio ha detto:

      Io sono l’ultima persona in grado di poterti aiutare, poi magari non hai detto il budget a disposizione….io privilegio la portabilità’, mi piace un uso “rilassato” spesso sdraiato sul divano o anche a letto, quindi per me andrei sul MacBook Air da 13 che vedo a 999e su di un volantino di una nota catena che mo hanno messo in cassetta oggi, anche se creo che gli usi che descrivi (che sono anche i miei) un IPad sarebbe sufficiente….

Commenta l'articolo!

Scrivi la tua opinione riguardo l'articolo "iPad Pro esce l’11 Novembre, e costa il doppio dell’iPad Air 2 dell’anno scorso"

commercio, dimensioni, iPad, ipad grosso, ipad pro, nuovo ipad, vendita

© 2015 iPaddisti.it  -  P.IVA IT10463580018  -  Chi siamo   Pubblicità   Privacy   Contatti