Tim Cook scelto dalla CNN come CEO dell’anno

Tim Cook scelto dalla CNN come CEO dell'anno


Direttamente dalla CNN arriva una nomina davvero molto importante per il numero uno di Apple: Tim Cook infatti è stato eletto “CEO dell’anno”, e vediamo di scoprire assieme come è riuscito a battere molti altri colleghi.

Tim Cook ha preso il comando di Apple da quando alcuni anni fa si sono aggravate le condizioni dell’ormai scomparso Steve Jobs, ex CEO e co-fondatore della Mela. Ma non è stata un’esperienza del tutto inedita per Cook, visto che già in passato aveva ricoperto degli incarichi dirigenziali di alto livello all’interno di Apple. Prima di diventare CEO, Tim Cook era praticamente il braccio destro di Steve Jobs, e molte partnership con aziende di terze parti e catene di fornitori le dobbiamo proprio a Cook.

Ma da quando Cook ha preso il posto di Jobs, molti analisti non erano convinti della scelta del Consiglio d’Amministrazione di Apple. In tanti hanno creduto che con Tim Cook la magia sarebbe finita, non ci sarebbe più stata innovazione, e soprattutto i vari iPhone e iPad avrebbero smesso di vendere così bene. E invece, è successo proprio il contrario.

Nel corso di quest’anno, le azioni AAPL sono aumentato del 40%, e sono stati registrati dei nuovi record di vendita in ambito iPhone e Mac, grazie al lancio dei nuovi modelli iPhone 6 e iMac Retina. E mentre tanti produttori decidono di abbandonare il mercato dei computer, Apple continua ad investire in tale settore e registra ogni anno dei risultati di tutto rispetto.

Per questi motivi, Tim Cook è stato scelto dalla CNN come “CEO dell’anno”. Avere in eredità l’azienda creata da Steve Jobs non è certo una passeggiata, e fino ad oggi Cook ha dimostrato di saper gestire ogni genere di situazione, dagli imprevisti all’annuncio di prodotti importanti come l’iPhone 6, l’iPad Air 2 e l’Apple Watch.

[Via]


Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>