Steve Ballmer si dimette, nuovo CEO Microsoft entro 12 mesi

Steve Ballmer dice addio a Microsoft, nuovo CEO entro 12 mesi


Sede vacante. Possiamo definirla così la Microsoft di oggi, dal momento che l’ex CEO Steve Ballmer ha rassegnato le dimissioni. Per lui è giunto il momento di andare in pensione, ma entro 12 mesi dovrà collaborare con l’amico Bill Gates per trovare un sostituto.

La notizia delle dimissioni di Ballmer è stata riportata dai media di tutto il mondo, e la cosa non deve affatto sorprendere: i computer Windows sono ovunque, e un cambiamento di Microsoft può portare ad un cambiamento di come utilizzeremo i personal computer.

Come già detto, Steve Ballmer ha deciso di annunciare adesso le proprie dimissioni, ma rimarrà il numero uno della casa di Redmond fino a quando non verrà trovata una nuova figura adatta a ricoprire il ruolo di CEO. Tempo limite, 12 mesi. Non di più.

La Borsa ha festeggiato l’addio di Ballmer, facendo toccare al titolo Microsoft la quota di 34.85 dollari, per un aumento pari all’8%. Gli investitori erano da tempo scontenti della figura di Ballmer, nonostante sia stato un CEO in grado di portare dei netti profitti (durante il suo ruolo, Microsoft ha raddoppiato gli utili) e dei cambiamenti molto importanti nella società statunitense.

In un comunicato stampa, lo stesso Ballmer ha dichiarato che “non è mai il momento perfetto per questo tipo di transizioni, ma ora è il momento giusto. Abbiamo bisogno di un CEO che sarà qui per un più lungo periodo di tempo per questa nuova direzione.”

Per chi non lo sapesse, la Microsoft si trova in piena fase di ristrutturazione, e l’interfaccia Modern UI (ex Metro) di Windows 8 la possiamo trovare anche nella console Xbox One, nei tablet Surface e negli smartphone Windows Phone. La Microsoft di oggi e di domani non è più solo software, ma anche servizi e hardware.

[Via]


3 Comments

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>