Microsoft presenta il nuovo spot sul multitasking anti-iPad

microsoft_spot_windows8_baseball

La battaglia a suon di pubblicità spesso oltre a essere la più performante è anche quella che diverte di più l’utenza. Di recente Siri aveva subito le angherie in un altro annuncio pubblicitario che metteva in risalto alcune delle sue limitazioni e ora tocca all’intero iPad essere messo a nudo da Microsoft. Nell’ultimo spot promozionale, infatti, la società fondata da Bill Gates si è presentata con una vera e propria pubblicità anti-iPad: chiamato Windows 8: Baseball, lo spot vede la sfida tra il tablet della Apple e uno di Microsoft, con i rispettivi proprietari intenti ad analizzare una partita di baseball per portare nella propria squadra il giocatore più talentuoso e più performante.

Va da sé che è il ragazzo con il tablet Microsoft tra le mani ad avere la meglio nel calcolo: questi infatti è in grado di registrare in modo molto più rapido e senza intoppi tutte le informazioni necessarie in pochi tocchi. L’altro, invece, arriva sempre in ritardo nell’immagazzinare tutti i record e denota non poche problematiche con il multitasking dovendo copiare informazioni da un’app all’altra. L’ottimo risultato porta il proprietario del tablet Microsoft a lasciare per primo il campo, sintomo di un lavoro rapido e ottimale, mentre scorre lo slogan che batte ancora di più sul poter fare più cose contemporaneamente senza far cadere la palla da baseball.

Con questo nuovo ADV, insomma, non si punta solo a denigrare ulteriormente le funzionalità dell’iPad, ma anche a presentare la nuova applicazione pensata per gli sportivi, ai quali Microsoft dà la possibilità di gestire, elaborare e realizzare statistiche precise. Ciò non toglie che anche a Cupertino avevano realizzato app simili e con le stesse funzionalità, ma si sa che in tempi di guerra e di pubblicità la memoria è la prima a soccombere. Voi avete avuto problemi di multitasking col vostro iPad? Volete parlarcene? Noi intanto vi lasciamo al video.

 


2 Comments

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>