Jailbreak di iPad: Wincom rilascia i tool per eseguire il dual boot di iOS

Riporto questa notizia soprattutto per dover di cronaca, in quanto purtroppo i risvolti pratici sono disponibili solamente per una cerchia ristretta di utenti iOS che hanno basi di programmazione avanzata; tuttavia il progetto è decisamente interessante e permette di poter eseguire una serie di funzioni fino ad oggi impossibili su un iPad.

Il progetto di Wincom, hacker noto nel mondo del jailbreak, è quello di poter eseguire un dual boot su un iPhone o un iPad avendo accesso a due diverse versioni del sistema operativo. Lo sappiamo che le versioni di iOS sono tutte abbastanza simili tra di loro, ma il jailbreak costituisce una differenza fondamentale.

In questo modo, infatti, potremmo utilizzare il nostro iPad in due modi diversi, installando ad esempio sia iOS 7.0 che iOS 7.1 sullo stesso dispositivo: con il primo avremo disponibile anche il jailbreak, con tanto di Cydia e tutte le app disponibili per i soli dispositivi jailbroken; con il secondo, invece, avremo una serie di nuove funzioni utilizzabili che Apple ha introdotto con la nuova versione, oltre naturalmente a trovare una maggior stabilità del sistema operativo stesso grazie alle ottimizzazioni effettuate dagli sviluppatori nei lunghi mesi di prova.

Il tool è stato rilasciato, ma purtroppo non si tratta di un semplice programma da installare sul computer, collegare l'iPad via USB e via, il programma farà tutto da solo (come invece accade con il jailbreak): si tratta infatti di una serie di strumenti di sviluppo, per cui sono necessarie basi di programmazione nemmeno troppo semplici per riuscire ad installare il dual-boot, senza contare le implicazioni negative che otteniamo, ad esempio, quando vogliamo eseguire il jailbreak (che richiede più volte il riavvio del dispositivo): insomma, per adesso dobbiamo assolutamente sconsigliare questa procedura a meno che possediamo un iPad vecchio e “sacrificabile”: comunque rimane una bellissima opportunità, in attesa che magari qualche altro hacker riesca a rendere questo progetto un po' più “user friendly” per gli utenti iOS.

 


One comment

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>