Foxconn: esplode la fabbrica degli iPad

È di oggi la notizia che ci arriva dalla Cina: un’esplosione negli stabilimenti Foxconn di Chegdu, nella Cina Sud-Occidentale, ha causato la morte di due operai e il ferimento di altri sedici cinesi. Le cause sono ancora ignote, ma Apple, che fabbrica i propri iPad presso la Foxconn di Chegdu, ha promesso che si impegnerà per capire cosa abbia potuto scatenare l’esplosione e perché.

Da tempo le critiche mosse alla Apple e alla Foxconn erano incentrate sulle condizioni di lavoro degli operai della fabbrica: messi in condizioni misere e soprattutto costretti a lavorare in un ambiente poco sicuro e ad offrire una produzione sopra il normale, i cinesi che vi lavoravano erano messi sempre a duro rischio sul posto di lavoro. Già da tempo inoltre si era presentata una difficoltà di produzione dell’iPad per ritardo di ricezione dei componenti, ma da oggi è sicuro che i tablet della Apple arriveranno con qualche ritardo di più. Sull’Apple Store il tempo di spedizione è già aumentato a 1-2 settimane rispetto ai 3-5 giorni precedentemente indicati. Nel frattempo l’intera azienda di Cupertino ha, giustamente, fatto le proprie condoglianze alle famiglie dei deceduti.

[via]


4 Comments

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>