E’ Giunti il primo editore italiano a pubblicare su iBook Store!

iBook Store iPadIl primo editore italiano a pubblicare su iBook Store è Giunti.

L’intesa con la Apple è stata trovata già il 16 settembre, ma solo poche ore fà sono stati messi in vendita i primi 30 titoli.

La casa editrice toscana da sempre è stata in prima linea per quanto riguarda l’editoria “alternativa” su negozi virtuali, ed ora l’accordo con la Apple non fà che testimoniare l’ottimo lavoro svolto.

Si tratta (almeno speriamo!) dell’apri-pista italiano, e a seguire molte case editrici seguiranno l’esempio.

Per il momento l’offerta di Giunti è molto ampia, associando ai classici libri di testo, anche libri per ragazzi e manuali illustrati.

Tra le proposte:

  • il classico “Pinocchio“, illustrato dal grande Mussino
  • Terra Madre” di Carlo Petrini
  • Cerchio Magico” di Susanna Tamaro.

Proprio relativamente a quest’ultimo libro, Giunti ha pensato ad un’offerta che si spera possa essere proposta spesso: chiunque acquisterà l’edizione cartacea del libro, riceverà gratuitamente la possibilità di scaricare l’e-book.

Non ci resta che augurare tantissimo successo a questa intraprendente casa editrice.


5 Comments

  1. 1

    Salve,
    la cosa è molto interessante, ma sul mio ipad con l’app iBook, nel store non trovo nessuno dei libri menzionati.
    Dove posso trovarli?
    Grazie

    • 2
      Francesco Tendi

      Ciao Miran, nell’app iBook dovrebbe esserci il collegamento allo store

      • 3

        Gentilissimo Francesco,
        Nel App c’è il link sul store, ma se scrivi nella ricerca i titoli indicati nell’articolo, non trova nessun libro. L’unico che viene trovato è Pinocchio che però è in inglese. Ne deduco, che o non sono ancora on line, o che si trovano da qualche altra parte .
        Grazie

        Miran

  2. 4

    Attualmente nello store italiano non c’è nulla. Arriveranno a “breve”.

    Non saprei definirti però il “breve”.

    Ciao.

  3. 5

    All’annuncio dovrebbe seguire l’azione altrimenti si perde interesse o ci si dimentica. A Giunti una bella insufficienza.

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>