Chuwi Vi8: tablet Windows 8.1 al prezzo di appena 60 euro

Chuwi Vi8: tablet Windows 8.1 al prezzo di appena 60 euro


Incredibile, ma vero, sul mercato asiatico è appena arrivato un tablet PC basato sul sistema operativo Windows 8.1 e che costa appena 60 euro. Non è uno scherzo, ma la realtà. E la cosa più bella è che la caratteristiche tecniche non sono per niente male.

Fino a poco tempo fa, acquistare un tablet Windows 8 ad un prezzo sotto i 200 dollari, ma anche sotto i 300 dollari, era semplicemente un miraggio, una cosa impossibile. Questo perchè Windows 8 è un sistema operativo nato su PC desktop, e di conseguenza i requisiti hardware sono più alti di Android, OS che riesce a funzionare anche su hardware piuttosto datati. Ma con gli ultimi aggiornamenti, i tecnici di Microsoft hanno ottimizzato a dovere Windows 8.1, e ora il prodotto della casa di Redmond funziona senza problemi anche sui tablet low cost.

Non è la prima volta che su queste pagine vi presentiamo un tablet Windows economico, ma questo nuovo Chuwi Vi8 è particolare, in quanto viene venduto in Asia al prezzo di 499 RMB, l’equivalente di circa 60 euro al cambio attuale. Ma che compromessi sono stati fatti per raggiungere un price-tag del genere?

Se dobbiamo essere sinceri, non sono stati fatti dei grossi sacrifici a livello hardware, visto che il display touch IPS (maggiori angoli di visione) ha una diagonale di 8 pollici e la risoluzione di 1280 x 800 pixel. Il processore è un Intel Atom Z3735F quad core, la memoria RAM ammonta a 2 GB e lo storage flash è pari a 32 GB. Davvero niente male. Certo, i 2 GB di RAM possono limitare l’uso in multitasking di determinate applicazioni, ma non ci dovrebbero essere troppi problemi con il classico utilizzo quotidiano (navigazione su Internet, controllo della posta, ascolto di musica e visione di video in HD).

Non sappiamo se questo Chuwi Vi8 arriverà anche in Europa, ma nel caso siate interessati ad acquistarlo come regalo di Natale, potreste provare a cercare il prodotto in qualche negozio online (mettendo in conto le spese di spedizione internazionali e le tasse doganali).

[Via]


One comment

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>