Causa contro Apple: alcune app usano impropriamente i dati degli utenti

Causa contro Apple

Causa contro AppleLo scorso 23 Dicembre, a San Josè in California un gruppo di consumatori ha avviato una causa contro Apple per frode via computer e violazione della privacy, che sembra poter diventare causa collettiva.

Per l’accusa, alcune app per iPad, iPhone ed iPod Touch, trasmetterebbero a terzi, per scopi pubblicitari, alcuni dati ed informazioni personali degli utenti, il tutto all’oscuro di questi ultimi. Entrando più nel dettaglio, queste applicazioni (come Pandora e Dictionary.com per fare qualche esempio), sfruttando l’unique device identifier (codice che identifica in modo univoco ogni prodotto Apple), invierebbero a società pubblicitarie e di ricerca alcuni dati sensibili relativi agli utenti, come il tipo di software scaricati ed il loro tempo di utilizzo, il reddito, l’età, l’orientamento politico e sessuale, ecc…

Majed Nachawati, uno degli avvocati coinvolti nella vicenda sostiene che:

“Non solo sono utilizzati i dati ed è violata la privacy, ma le società coinvolte ne traggono anche profitto. E se ne traggono profitto, devono informare correttamente le persone che ne sono la fonte”

Staremo a vedere come evolverà la vicenda: di certo vi terremo informati!

[via]


Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>