Blackberry Playbook forse in ritardo a causa dell’autonomia

Secondo quanto svelato dall’analista Shaw Wu della società finanziaria Aufman Brothers, RIM potrebbe ritardare di qualche settimana o addirittura di qualche mese il lancio del proprio tablet Blackberry PlayBook, in quanto la batteria interna del dispositivo non sarebbe in grado di garantire un’autonomia soddisfacente.

Sempre secondo l’analista Wu, il tablet PlayBook deve puntare moltissimo sull’autonomia, altrimenti rischia di passare in secondo piano. RIM potrebbe quindi decidere di ritardare fino a maggio 2011 il lancio del PlayBook per risolvere i problemi di autonomia, magari equipaggiando il terminale con una batteria più potente, o più semplicemente ottimizzando il sistema operativo proprietario. Difficile superare le 10 ore dichiarate dell’iPad di Apple, tuttavia la compagnia canadese dovrebbe almeno raggiungere i risultati ottenuti da Samsung con il Galaxy Tab, tablet in grado di garantire almeno 6 ore di utilizzo intenso.

Gli esperti del settore vedono la causa della scarsa autonomia da ricercare nel sistema operativo proprietario QNX, il quale è stato progettato per utilizzi dove non ci dovrebbero essere problemi di autonomia, come per esempio all’interno di un’auto o in ufficio.

Jim Balsillie, il vice CEO di RIM, aveva dichiarato in una recente intervista che il Playbook sarebbe stato disponibile in tutti i mercati mondiali entro il primo trimestre 2011 ad un prezzo inferiore ai 500 dollari, ma dopo questa notizia sull’autonomia i piani dell’azienda potrebbero essere cambiati in maniera radicale.

[via]


One comment

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>