Wi-fi libero anche in Italia dal primo gennaio!

Ti piace questo articolo? Aiutaci a crescere con un like:
9

Sicuramente vi sarà capitato di provare ad accedere ad internet, tramite connessione Wi-Fi, da un locale pubblico. Vi sarete, quindi, imbattuti nell’iter che richiedeva di procedere prima ad una noiosa autenticazione, prevista, tra l’altro, solo nel nostro Paese.

Questo per via dell’ormai celebre DDL Pisanu, conosciuto anche come Decreto Antiterrorismo che di fatto ingabbiava il Wi-Fi dietro la schedatura di tutti i fruitori del servizio.

A partire dal primo gennaio, però, verrà abolito l’Art. 7 del sopra-citato Decreto, permettendo quindi la liberalizzazione del Wi-Fi in Italia.

La scelta è stata fortemente osteggiata da parte del Procuratore Nazionale Antimafia, Pietro Grasso, che ha dichiarato:

Ci si dovrà rendere conto che dietro le reti Wi-Fi potrebbero nascondersi utenti non identificabili come terroristi, pedofili e mafiosi“.

Sembra comunque che gli espedienti che verranno adottati garantiranno una certa sicurezza. Si è palesata infatti l’ipotesi di una richiesta via SMS prima della connessione, che sarebbe, ad ogni modo, decisamente più veloce dell’attuale metodo.

Si tratta insomma di una notizia graditissima, soprattutto ai possessori di un iPad solo Wi-Fi, che potranno finalmente accedere ad internet da tutti i luoghi pubblici.


Ti piace questo articolo? Aiutaci a crescere con un like:

9 commenti dal blog

  1. Massimo ha detto:

    Prima di gioire io, prudentemente, aspetterei la nuova normativa. La speranza è l’ultima a morire ….. ma non si sa mai.

  2. Clockx ha detto:

    Eh, ma che modo superficiale e poco serio di dare notizie. Il dibattito in rete sull’annuncio della liberalizzazione del wifi è ricchissimo, basta girare qualche testata o blog che si occupi di questi temi. Ma nessuno, a parte qualche giornale on line alla ricerca del titolo ad effetto per fare hit, pensa che il controverso annuncio di Maroni significhi realmente liberalizzazione del wifi.
    Quanto al “forte ostracismo” di P. Grasso: ma le sembra “forte ostracismo” quello? Bah…

  3. Elisa ha detto:

    Salve clockx.
    Credo che, come avrà fatto anche Lei, dopo aver letto più di qualche notizia in merito, poiché la notizia interessava anche me, tirando le somme ci si possa rendere conto di quanto il wi-fi finalmente anche in Italia rappresenterà una realtà libera. Probabilmente non libero quanto in altri paesi, ma comunque si tratta di un lungo passo in avanti rispetto al passato. Come avrà letto, infatti, ho paventato la possibilità che venga comunque richiesta un’abilitazione per sms.
    Per quanto riguarda Pietro Grasso, ho riportato uno stralcio delle sue interviste, non è questo il posto dove riportare intere dichiarazioni del PNA, mi pressava far capire che la scelta del Ministro Maroni non fosse “appoggiata” (spero che il termine questa volta sia ritenuto appropriato) da Grasso.

    Un saluto

  4. Elisa ha detto:

    Mi permetto di aggiungere una cosa. Le testate che si occupano di “tecnologia” parlano di liberalizzazione. Quelle che si occupano di politica, hanno approfondito il tema sotto altri punti di vista, quelli più consoni al loro partito.. Anche questo fa pensare, no?

    Ancora un saluto!

  5. Clockx ha detto:

    Buongiorno Elisa,
    non credo che in questa vicenda l’aspetto politico in senso stretto c’entri alcunché; anche in considerazione del fatto che, come saprà bene, l’asse trasversale in Parlamento che si è posto come obiettivo il non rinnovo del cd dec. Pisanu è composto tanto da parlamentari di destra che da parlamentari di sinistra.

    Ma eventualmente vorrà indicarmi Lei i link ed i contenuti ai quali si riferiva con la frase:
    “Quelle che si occupano di politica, hanno approfondito il tema sotto altri punti di vista, quelli più consoni al loro partito…” che per me resta affatto oscura.

    Mi permetto invece di consigliarLe la lettura di alcuni approfondimenti seri sull’argomento, a partire da Massimo Mantellini (che certamente conoscerà come uno dei più quotati osservatori di internet in Italia): http://tinyurl.com/397k94p, passando per Alessandro Bottoni: http://tinyurl.com/32huooh.

    Quanto all’uso del termine “osteggiata” o “non appoggiata” non si tratta di fare una cortesia al lettore pignolo di turno, ma di usare in modo appropriato e rispettoso dei lettori lo strumento più importante nel lavoro che Lei svolge, la parola.

    Un saluto cordiale.

    PS: ah, l’autenticazione tramite sms è già stata ufficialmente riconosciuta come applicabile dal Ministero dell’Interno nel corso dello scorso anno (esiste una circolare in merito, può reperirla con facilità) tanto è vero che diverse amministrazioni comunali la utilizzano da diversi mesi (ad esempio nei giardini di Villa Borghese a Roma).

  6. Elisa ha detto:

    Buongiorno!
    Capirà che non posso indicarle link ad altri siti!
    Ad ogni modo facendo un rapido giro su internet si renderà sicuramente conto di cosa sto parlando..
    Pietro Grasso ha fortemente osteggiato la scelta di Maroni, e sotto il suo punto di vista, direi, giustamente..
    La Conosciamo tutti la politica italiana, e chi ne parla, ogni scusa è buona per la polemica.

    Per quanto riguarda l’abilitazione via sms, un conto è la richiederla solo in alcune zone, altro in tutta Italia..

    Ad ogni modo come diceva anche Massimo, dobbiamo aspettare.. La notizia è l’abrogazione dell’art 7, che permetterà un wi-fi più libero, se non vogliamo definirlo completamente libero, in tutta la Penisola..

    Buona giornata!

  7. Clockx ha detto:

    Buongiorno Elisa,
    >Capirà che non posso indicarle link ad altri siti!
    E perché?

    >Pietro Grasso ha fortemente osteggiato la scelta di Maroni, e sotto il suo punto di vista, >direi, giustamente..
    Ancora? Ma allora Lei è recidiva!
    Osteggiare: Ostacolare, contrastare qlcu. o qlco.: o. un progetto (Dizionario Sabatini Coletti).

    Pietro Grasso, quindi, non ha per niente “fortemente osteggiato” la scelta di Maroni, ma semmai ha espresso una opinione fortemente contraria a quella scelta. E davvero se lei non coglie la differenza dovrebbe ripensare al suo ruolo di redattrice di notizie.

    La frase “La Conosciamo tutti la politica italiana, e chi ne parla, ogni scusa è buona per la polemica.” rimane assolutamente priva di significato se non fa qualche riferimento preciso, se non può fare link dica almeno a cosa si riferisce, perché a me sembra proprio una approssimazione generica e non circostanziata. Insomma un luogo comune scomodato a sproposito: non mi risulta infatti che vi sia alcuna polemica politica intorno a questa vicenda. Ma magari sono informato male io.

    Per il resto non raccoglie ciò che Le ho scritto, ovvero che l’autenticazione tramite sms è già lecita ed utilizzata, per cui il wifi non sarà “più libero” ma uguale ad ora.

    Temo di dover constatare che Lei abbia solo dimostrato di svolgere in modo superficiale e poco serio, come detto nel primo commento, il Suo lavoro e, quel che è peggio, di non ascoltare ed approfondire nel merito quando Le viene offerta l’occasione per farlo.

    Immagino che questo interesserà i lettori di ipaddisti.it, tra i quali da oggi ve n’è (almeno) uno di meno.

    Un saluto cordiale.

  8. Daniele Reviglione ha detto:

    Buonasera Clockx,
    sono il fondatore di questo blog. Vorrei intromettermi brevemente nella discussione semplicemente per chiarire alcuni aspetti:

    – Elisa è una collaboratrice di questo blog ed è autorizzata ad esprimere la propria opinione (condivisibile o meno) negli articoli che scrive.
    – Ogni articolista di ipaddisti.it ha la facoltà di inserire link di approfondimento verso siti terzi, ci mancherebbe.
    – Lei, essendo un lettore del blog, ha pieni diritti di esprimere le proprie perplessità cercando di mantenere un linguaggio pacato (come ha fatto).

    E’ naturale che possano nascere dei dibattiti. Un blog, a differenza di un giornale, permette ai lettori di esporre ed argomentare le proprie tesi, senza filtri o censure.
    Per questo motivo ho personalmente apprezzato il suo intervento che ha permesso ai lettori di approfondire l’argomento.

    Daniele

  9. Clockx ha detto:

    Gentile Daniele,
    La ringrazio per il Suo intervento, mi pare che sostanzialmente dica cose che sono caratteristiche di luoghi seri ed aperti al confronto (ma talvolta è bene ribadirle, queste caratteristiche!).

    Mi pare anche che non ci fosse intenzione, da parte mia, di impedire ad Elisa l’espressione delle proprie opinioni né tanto meno da altri di impedire a me l’espressione delle mie (cosa che ho apprezzato, avreste anche potuto scegliere di non pubblicare i miei commenti).

    Credo che quando si scrive una notizia sia un obbligo morale, ma anche semplicemente di responsabilità nei confronti dei lettori, assumere alcune notizie sul merito di ciò che si sta scrivendo. E mi pare che non sia stato il caso di questo post di Elisa, per altro competente e precisa in altre occasioni. Ho trovato per altro molto poco corretta l’allusione a non-si-capisce-bene-quali polemiche politiche che sottenderebbero l’argomento, di cui non esiste traccia in rete. Insomma, mi sembra che il gioco le fosse un po’ sfuggito di mano.

    E come giustamente dice Lei mi sembra corretto lasciare ad un lettore facoltà di dissentire e, ove possibile e consentito, correggere. Questo è unicamente ciò che intendevo fare.

    Se la cosa può servire come lezione ad Elisa, sono certo che ella potrà trarne un giovamento e svolgere con maggiore efficacia il suo ruolo di collaboratrice.

    Un saluto cordiale e buona lavoro.

Commenta l'articolo!

Scrivi la tua opinione riguardo l'articolo "Wi-fi libero anche in Italia dal primo gennaio!"

ddl pisanu, decreto pisanu, free wi-fi italia, iPad, libero wifi italia, wi-fi libero, wifi

© 2010 iPaddisti.it  -  P.IVA IT10463580018  -  Chi siamo   Pubblicità   Privacy   Contatti