Siri e Google Now: come difendersi dagli attacchi hacker

Ti piace questo articolo? Aiutaci a crescere con un like:
0

Siri e Google Now: come difendersi dagli attacchi hacker


Lo sapevate che alcuni ricercatori sono riusciti ad eludere i controlli di sicurezza di Siri e Google Now? Ecco come difendersi dai possibili attacchi.

Il sistema di riconoscimento vocale Siri, così come Google Now, richiede che la persona tenga fisicamente in mano il device e pronunci il comando vocale da una distanza ravvicinata. Sulla carta Siri e Google Now sono dei sistemi molto sicuri, ma alcuni ricercatori francesi sono riusciti a trovare un modo per riuscire a comunicare sia con Siri che con Google Now da distanze lontane, senza che l’utente se ne accorga. Com’è possibile tutto ciò?

Non è proprio fantascienza, ma ci siamo quasi. In pratica, grazie alle onde elettromagnetiche diffuse da un sistema che sfrutta il cavo delle cuffie, è possibile inviare dei comandi vocali a Siri e a Google Now senza pronunciare nemmeno una parola. Questo perchè l’iPhone o l’iPad ricevono i comandi vocali in forma di dati, e immediatamente li elaborano. I ricercatori francesi hanno fatto sapere che in questa maniera il telefono interpreta tali dati come comandi vocali provenienti direttamente dal microfono.

La minaccia non è certo leggera, visto che Siri è un assistente vocale molto evoluto, e un hacker potrebbe riuscire tramite Siri ad aprire un sito web con malware, inviare un SMS ad un servizio a pagamento, recapitare email di spam e phishing, e molto altro ancora. Ecco qui di seguito quanto svelato dai ricercatori francesi:

“La possibilità di indurre un segnale sulla componente audio di dispositivi abilitati ai comandi vocali potrebbe avere un importante impatto sulla sicurezza. Non ci sono praticamente limiti. Tutto quel che si può fare con l’interfaccia vocale può essere fatto anche da remoto e con discrezione attraverso le onde elettromagnetiche.”

Ma come ci si può difendere? Forse sarebbe meglio non pensarci, così da vivere più tranquilli. Ma se si troviamo in zone molto affollate, tipo uno stadio o un aeroporto, sarebbe meglio disattivare Siri o impostare l’iPhone in modalità d’uso aereo.

[Via]


Ti piace questo articolo? Aiutaci a crescere con un like:

Commenta l'articolo!

Scrivi la tua opinione riguardo l'articolo "Siri e Google Now: come difendersi dagli attacchi hacker"

google now, hacker, ios 9, sicurezza, siri

© 2015 iPaddisti.it  -  P.IVA IT10463580018  -  Chi siamo   Pubblicità   Privacy   Contatti