Recensione Wi-Fi extender TP-Link, l’accessorio che porta internet in tutta la casa

Ti piace questo articolo? Aiutaci a crescere con un like:
1

Dopo un po' di tempo (e di sofferenza) in cui per usare internet per tutto il giorno, per motivi lavorativi, sono stato costretto a non poter stare in alcune stanze della casa perché troppo lontane dal modem (casa mia è allungata, le stanze sono una di seguito all'altra collegate da un lungo corridoio, e il modem chiaramente è nell'ultima) ho deciso di comprare un Wi-Fi extender.

Di Wi-Fi extender ne esistono di molti tipi, per le varie esigenze, e alcuni di essi sono molto costosi, admesempio quelli pensati per le aziende; il mio caso era molto semplice, non ho problemi di tanti dispositivi connessi ma volevo semplicemente estendere la portata della mia rete Wi-Fi, e mi sono orientato su uno dei prodotti più economici tra quelli presenti su Amazon, il Wi-Fi Extender TP-Link.

Devo dire che la qualità c'è, anche se magari io non ho esigenze particolari, e che mi sono trovato molto bene.

Il dispositivo è un piccolo oggetto che si attacca alla presa ed ha un solo tasto, più una serie di led circolari che ci dicono una serie di cose: uno è l'accensione, il secondo ci dice se è connesso al modem-madre (essendo un extender) il terzo se c'è internet e gli altri indicano la distanza dalla rete Wi-Fi principale.

Una volta inserito in una presa vicino al modem va configurato; terminata la configurazione si può staccare e spostare per la casa, e ritrova il segnale da solo, quindi solo la prima volta va configurato.

Ci sono due modi per configurarlo.

  • Il primo è il metodo del WPS; se il modem che abbiamo ha un tasto WPS (il mio ce l'ha) premendolo l'extender riconoscerà la rete, e premendo l'unico tasto presente sull'extender si collegherà ad essa; metodo semplice, carino, e che a me non ha funzionato. Per cui giocoforza sono passato al secondo.
  • Il secondo metodo si basa sul connettersi alla rete Wi-Fi creata dall'extender piuttosto che dal modem, e inizierà una procedura guidata non appena ci si connette. Io l'ho seguita tutta da iPad e in questo caso ha funzionato, per cui nessun problema anche se avete un computer fisso impncompatibile con le Wi-Fi. Nella procedura dobbiamo inserire alcune informazioni, selezionare la rete-madre a cui collegarsi e dare un nume alla nuova rete creata dall'extender, che i dispositivi riconosceranno come rete diversa.

Fatto questo si aspetta un paio di minuti, e fine: si può navigare dalla nuova rete. Così ho scollegato l'extender dalla presa e l'ho portato nella stanza al centro della casa; da lì sto sempre collegato alla nuova rete che la casa la raggiunge tutta, altrimenti è l'iPad a collegarsi alla rete Wi-Fi di base quando quella dell'extender viene persa.

Un po' macchinoso nell'installazione, quindi, ma funziona benissimo, sto scrivendo questo stesso articolo dalla rete estesa. Per questo motivo non posso far altro che consigliarla a tutti, a chi cerca un extender economico ma che funzioni.

Acquista anche tu il Wi-Fi Extender TP-Link, che estende la rete Wi-Fi in tutta la tua casa!

 


Ti piace questo articolo? Aiutaci a crescere con un like:

Un commento dal blog

  1. Lino ha detto:

    Salve io lo avevo funzionava benissimo a che se per quello che avevo io era il 750 ed era 150N estendeva tantissimo la rete lo consiglio per giunta avendo la porta ethernet si puo’
    utilizzare per apparecchi sprovvisti di wifi (tipo decoder, tv con solo porta ethernet, bluray)
    infatti io lo utilizzavo con questa possibilità mi serviva un collegamento lan (cablato) e così
    ho evitato 10m di cavo ethernet. Consiglio mio se lo acquistate prendete l’850 che è 300n
    e quindi e’ migliore.

Commenta l'articolo!

Scrivi la tua opinione riguardo l'articolo "Recensione Wi-Fi extender TP-Link, l’accessorio che porta internet in tutta la casa"

aumentare portata Wi-Fi, estendere Wi-Fi, recensione, rete Wi-Fi, Wi-Fi extender, Wi-Fi extender tp-link

© 2016 iPaddisti.it  -  P.IVA IT10463580018  -  Chi siamo   Pubblicità   Privacy   Contatti