Macbook Air e Pro 2015: niente più Windows 7 con BootCamp

Ti piace questo articolo? Aiutaci a crescere con un like:
1

Macbook Air e Pro 2015: niente più Windows 7 con BootCamp


Se siete interessati ad acquistare i nuovi Macbook Air o Macbook Pro, sappiate se non è più possibile installare il sistema operativo Windows 7 tramite BootCamp.

La brutta notizia è arrivata da un documento ufficiale di Apple, pubblicato online da pochissimo e che conferma la non compatibilità di BootCamp con Windows 7 nei nuovi modelli di computer portatili Macbook Air da 13 pollici e Macbook Pro da 13 e 15 pollici. Non si tratta di un bug, ma proprio di una limitazione hardware, e in via ufficiale non c’è alcun modo di procedere con l’installazione del sistema operativo Microsoft Windows 7. Ma ovviamente esistono della soluzioni alternative, anche se non alla portata di tutti.

Leggendo il documento ufficiale pubblicato da Apple, scopriamo che adesso è possibile installare Windows 7 con BootCamp soltanto nei Macbook Pro e Macbook Air 2014 e precedenti (escluso il Mac Pro del 2013, già privo del supporto a Windows 7). Alcuni utenti potrebbero essere poco contenti, ma bisogna pur sempre considerare che Windows 7 è un sistema operativo del 2009, e tra non molto arriverà Windows 10, successore dell’attuale Windows 8.1.

Ma esiste un modo per installare Windows 7 sui Macbook più recenti? Tramite BootCamp non si può proprio fare, ma possiamo ricorrere a dei software alternativi di virtualizzazione, come ad esempio Parallels, Qeumu, VirtualBox oppure VMware Fusion. La scelta non manca di certo, e tutti questi programmi sono molto validi. Ci teniamo comunque a precisare che il loro utilizzo è un po’ più complicato rispetto a BootCamp, e per questo motivo l’installazione di Windows 7 sui computer Mac più recenti dovrebbe essere effettuata soltanto dagli utenti esperti. Consigliamo infine di effettuare una bella copia di backup prima di procedere con l’installazione, perchè.. non si sa mai.

[Via]


Ti piace questo articolo? Aiutaci a crescere con un like:

Un commento dal blog

  1. mico ha detto:

    Più che complicate, le alternative citate sono poco praticabili per l’incomprensibilità delle scelte progettuali apple: uso con continuità virtualbox con Win 7 e 8.1, e pur avendo un macbook pro datato (early2011), l’aggiunta di un ssd e di ben 16GB di ram me lo fa mantenere giovane e performante. Non lo cambio con uno nuovo ( e conosco molti come me) semplicemente perchè apple non vende più portatili appliance (non sono più upgradabili, quello che compri oggi te lo tieni per sempre com’è).
    Acquistare un MBP pro con 16GB è un suicidio per il portafogli, e ripiegare sugli air è impossibile (max 8GB di ram). Continuare poi a proporre macchine da 4gb oggi rasenta la truffa in commercio.

Commenta l'articolo!

Scrivi la tua opinione riguardo l'articolo "Macbook Air e Pro 2015: niente più Windows 7 con BootCamp"

2015, bootcamp, macbook air, macbook pro, windows 7

© 2015 iPaddisti.it  -  P.IVA IT10463580018  -  Chi siamo   Pubblicità   Privacy   Contatti