L’iPad e l’Università: la mia esperienza personale – Parte 2: Studiare

Ti piace questo articolo? Aiutaci a crescere con un like:
0

Ciao a tutti, amici di iPaddisti, e bentornati a leggere questo piccolo ciclo di articoli che parla di come, personalmente, utilizzo l’iPad nell’ambito universitario. Se nel primo articolo abbiamo parlato di come lo utilizzo per prendere appunti, in questo vedremo come lo utilizzo per studiare, le app più utili, quelle meno utili e via dicendo.

Iniziamo col dire che la mia esperienza personale significa avere a che fare con professori che in alcuni casi non sanno cosa sia un computer, e nel 2012 utilizzano ancora fogli lucidi e lavagne luminose per le spiegazioni; di contro, ci sono alcuni ipertecnologici e super-appassionati- Apple; fatto sta cercare un metodo unitario di studio per utilizzare l’iPad in questo ambito.

Materiale specifico di studio

Spesso i professori, alcuni almeno, distribuiscono i materiali di studio su internet; qualcuno utilizza word, altri powerpoint, altri ancora li distribuiscono in PDF: personalmente ritengo quest’ultimo la scelta migliore, in quanto molti degli altri file possono essere convertiti in PDF e consultati da iPad: piuttosto che acquistare Pages per leggere i DOC, Powerpoint per i PPT e così via, ritengo migliore convertire tutto in PDF da computer e poi leggere da iPad: per questo consiglio Bookman.

Si tratta di un’app leggera, che riesce a leggere anche i PDF più pesanti (al contrario di iBooks) e altri formati, come ad esempio i CBR, spesso utilizzati per i fumetti ma utili per le raccolte di immagini: prendete una sequenza di immagini, magari foto sfuse riguardo ad un esame, mettetele tutte in un RAR da computer e modificate l’estensione in CBR: Bookman lo leggerà esattamente come se fosse un PDF, che però non avrete bisogno di creare. Anche per questo preferisco Bookman ad altri lettori PDF.

PDF/Comic Reader Bookman Pro for iPad (AppStore Link)
PDF/Comic Reader Bookman Pro for iPad
Libri, Utility
Voto in App Store: 3.5 / 5 (24 voti totali)
2.99 €Scarica da App Store

Se invece siete tipi a cui piace sottolineare, evidenziare, annotare, il consiglio è di utilizzare l’app iAnnotatePDF: è un po’ più lenta di Bookman, e personalmente la utilizzo poco perché, anche sui libri cartacei, non evidenzio mai; dipende dal sistema di studio, sono scelte personali. Legge però solo i PDF, e quindi la ritengo comoda principalmente per gli ebooks in PDF, non per altro: per il resto c’è Bookman :)

iAnnotate PDF (AppStore Link)
iAnnotate PDF
Produttività, Economia
Voto in App Store: 4.5 / 5 (601 voti totali)
9.99 €Scarica da App Store

Le due app sovrastanti sono un po’ un jolly, vanno bene per tutte le facoltà: quello che cambia, e che Apple mette nelle (inutili, secondo me) raccolte “App per l’Università” o cose del genere, di solito per l’università non vanno bene: spesso sono app spettacolari per fare scena e le acquistano, perdonatemi il termine, i fissati, salve poi scoprire che le informazioni che danno sono veramente povere. Il consiglio, se cercate qualcosa di specifico, è di non cercarlo in queste raccolte ma su internet, magari su forum specifici per la vostra facoltà, dove gli studenti parlano proprio di questi argomenti.

Per la Medicina Veterinaria, app specifiche, almeno in italiano, non esistono. Come riferimento, chiarimento di dubbi e cose del genere io tengo sull’iPad due app, dell’ambito medico, che utilizzo (poco) quando ho qualche dubbio sul funzionamento di un farmaco (iFarmaci) o su un termine (Lessico Medico).

iFarmaci (AppStore Link)
iFarmaci
Medicina, Salute e benessere
Voto in App Store: 4.5 / 5 (1272 voti totali)
27.99 €Scarica da App Store

Lessico Medico (AppStore Link)
Lessico Medico
Medicina
Voto in App Store: 3.5 / 5 (8 voti totali)
30.99 €Scarica da App Store

Supporto allo studio

Mentre studiamo, a volte possono venirci dei dubbi amletici, o comunque possiamo aver bisogno di informazioni sempre a portata di mano: quale soluzione migliore di Wikipedia? A volte ci sono scritte diavolerie stratosferiche, quindi dobbiamo sempre stare attenti a controllare la veridicità: in ogni caso, trovo utile un’app, Articles, per consultare Wikipedia evitando i browser.

Articles è comoda, permette di salvare le schede aperte senza problemi di rallentamenti, consente di ingrandire le immagini a schermo intero con un semplice tap, non ci sono problemi di ricarica delle pagine… Insomma, un’app molto, molto comoda, che consiglio a tutti, per ogni bisogno. Addirittura possiamo scegliere, se Wikipedia non ci soddisfa, di consultare una versione straniera, se vogliamo.

Articles (AppStore Link)
Articles
Riferimento, Istruzione
Voto in App Store: 4 / 5 (71 voti totali)
gratisScarica da App Store

E poi, andiamo sul classico, iTunes U. Per la veterinaria, piuttosto inutile in quanto le facoltà italiane non lo usano, le straniere si ma seguire corsi in inglese, o lo sapete bene (allora ok) oppure risulta inutile. Per le altre facoltà, non so come siano messe quanto a lezioni disponibili su iTunes U, wuindi dovrete controllare caso per caso: in ogni caso, l’app è gratuita e vale la pena scaricarla e verificare: chissà che non troviate qualcosa di utile?

iTunes U (AppStore Link)
iTunes U
Istruzione, Riferimento
Voto in App Store: 4 / 5 (1424 voti totali)
gratisScarica da App Store

Ti piace questo articolo? Aiutaci a crescere con un like:

Commenta l'articolo!

Scrivi la tua opinione riguardo l'articolo "L’iPad e l’Università: la mia esperienza personale – Parte 2: Studiare"

esperienza, iPad, parte 3, personale, Università

© 2012 iPaddisti.it  -  P.IVA IT10463580018  -  Chi siamo   Pubblicità   Privacy   Contatti