Dopo 6 anni, rinuncio definitivamente al jailbreak!

Ti piace questo articolo? Aiutaci a crescere con un like:
1

L’articolo di oggi non è una notizia, come quella che potete trovare ogni mattina, ma una riflessione personale da parte di un utente iPad, come voi, fin dal momento della sua uscita.

Come sappiamo bene tutti, infatti, nei primi anni di commercializzazione (era il 2010, anche se io presi iPad solo nel 2011) il dispositivo era molto limitato, e il jailbreak si rendeva quasi necessario per poterlo utilizzare appieno. Con il passare degli anni, le difficoltà di sviluppo e soprattutto le migliorie e le aperture apportate da Apple, il panorama jailbreak costantemente si è ridimensionato, e in questi ultimi anni siamo arrivati a un punto in cui il jailbreak rimane solamente un’operazione di nicchia, abbastanza difficile da fare e poco utile.

Personalmente, fino ad oggi avevo sempre tenuto il jailbreak, con tutte le versioni di iOS; quando uscivano gli aggiornamenti, aspettavo anche a ruota l’uscita del jailbreak e solo allora aggiornavo, per non perdere Cydia e tutte le applicazioni collegate.

Con iOS 11, però, dopo averci pensato un po’, ho deciso di non aspettare. Un po’ perché iOS 11 è un aggiornamento che effettivamente porta diverse migliorie ad iPad, un po’ perché mi sono reso conto che il jailbreak stava diventando abbastanza inutile; l’unica app che usavo con costanza ormai era iFile, che mi permetteva di organizzare meglio i file nel dispositivo, ma che usavo sempre meno. Non solo: il fatto che il jailbreak fosse tethered faceva sì che, ogni volta che l’iPad si riavviava, se non avevo il computer non potevo utilizzare alcune app, che richiedevano plugin per funzionare sui dispositivi jailbroken (perché l’azienda le bloccava).

Tutti questi aspetti mi hanno indotto, insieme alle novità di iOS 11, a rinunciare al jailbreak, perché ritengo che siamo arrivato ad un punto in cui il dispositivo è comunque utilizzabile, anche senza questa aggiunta; a differenza del passato, dove per fare cose banali c’era bisogno di Cydia, oggi non è più così, perché nonostante i persistenti limiti iPad è diventato un prodotto comunque piuttosto maturo.

Al momento, quindi, rimarrò per un po’ senza il jailbreak anche per valutare se l’esperienza d’uso migliora, peggiora o è pari a quella che ho ormai da diversi anni (non sono mai stato senza jailbreak se non nella prima settimana in cui acquistai l’iPad 1).

A tal proposito, vorrei conoscere la vostra opinione: se utilizzate ancora il jailbreak, lo ritenete ancora così utile da evitare un aggiornamento importante come iOS 11? E se non lo avete, ma lo avevate in passato, quando avete smesso di utilizzarlo?

Per quello che mi riguarda, la rinuncia non è definitiva, perché se uscirà un nuovo jailbreak ovviamente lo metterò su iPad, ma ritengo che, per il momento, si possa anche stare senza perdendo ben poco dell’esperienza d’uso cui siamo abituati.


Ti piace questo articolo? Aiutaci a crescere con un like:

Un commento dal blog

  1. Andrea ha detto:

    Lascio un commento solo per celebrare lodi ai più grandi hacker… che hanno avuto la forza di andare oltre OS…che ci hanno regalato un sogno…fatto di mod , hack,personalizzazioni,gestures,…cose semplici che semplificavano l’utilizzo….e che apple ha sempre fatto finta di inventare ma copiava vistosamente da loro….il jailbreak non era poi così deturpante secondo me ma mi piace pensare che fosse una specie di sondaggio sulle migliorie da apportare a cupertino…

Commenta l'articolo!

Scrivi la tua opinione riguardo l'articolo "Dopo 6 anni, rinuncio definitivamente al jailbreak!"

jailbreak, jailbreak di iPad, jailbreak ipad, jailbreak ipad ios 10, jailbreak ipad ios 11

© 2017 iPaddisti.it  -  P.IVA IT10463580018  -  Chi siamo   Pubblicità   Privacy   Contatti