Come pulire lo schermo del nostro iPad senza rovinarlo

Ti piace questo articolo? Aiutaci a crescere con un like:
11

Uno dei momenti più belli della vita di un iPaddista è quello del cosiddetto unboxing del proprio dispositivo, ovvero il momento in cui lo tiriamo fuori dalla scatola. Apriamo il coperchio e il nostro iPad è lì, bellissimo, sopra a tutto, niente caricabatterie, né istruzioni (è tutto sotto all'iPad): solo noi e l'iPad, pulitissimo, che sembra uno specchio. Poi iniziamo ad utilizzarlo e vediamo lo schermo ricoprirsi di impronte e diventare sporco, e anche tanto, cosa più evidente quando spegnamo lo schermo stesso.

Ma come fare a pulire lo schermo dell'iPad senza rovinarlo? Dobbiamo innanzitutto considerare che lo schermo dei tablet capacitivi, come l'iPad, è più delicato degli schermi dei computer. Esso ha infatti una doppia funzione, quella di visualizzare le informazioni, ovviamente, e quella di dare gli input al dispositivo (non abbiamo mouse o tastiera). Rovinare lo schermo significherebbe non solo corroderlo e renderlo brutto alla vista, ma compromettere il funzionamento del dispositivo stesso. Per questo, come regola generale, dobbiamo evitare di utilizzare i prodotti per la pulizia del vetro, quelli che utilizziamo insomma per pulire le finestre o gli schermi delle vecchie TV a tubo catodico.

Gli iPad di ultima generazione hanno subito il trattamento oleorepellente, in pratica il vetro è fatto in modo che il grasso che lasciamo normalmente con le nostre dita sullo schermo sia semplice da rimuovere, e proprio per questo motivo è sufficiente un panno per la pulizia dei prodotti elettronici per pulire lo schermo in modo però da essere sicuri di non rovinarlo; da evitare invece gli spray specifici, che sono specifici ma per gli schermi dei computer, torniamo quindi al discorso di prima.

Se volete risparmiare ed evitare i graffi vanno benissimo anche i panni in microfibra per pulire gli occhiali, che sono panni specifici per evitare graffi e proprio per questo motivo non arrecheranno danni al dispositivo.

 


Ti piace questo articolo? Aiutaci a crescere con un like:

11 commenti dal blog

  1. Raffaello scrive:

    A volte sembra che chi dispensa questi consigli non ha mai usato un ipad.
    Sul vetro dell’ipad si forma col tempo dell’odioso grasso che rende il display odiosamente imbrattato, passando un panno in microfibra non si fa altro che distribuire il grasso in modo rotatorio sulla superficie e non si risolve un bel nulla. Lo stesso problema accade anche sullo schermo dei computer apple.
    Sono anni che pulisco le superfici dei miei dispositivi col le boccette spay di iklear e il risultato e’ ottimo, senza un minimo di soluzione ma cosa pretendete di pulire?

    • [email protected] scrive:

      invece avverto tutti gli utenti di retina che l’ho passato con lo spry per occhiali e lo schermo si è rovinato, non fatelo
      P

  2. Gianni scrive:

    Condivido quanto scritto da raffaello.
    Chi ha scritto l’articolo probabilmente non ha mai posseduto un tablet…

  3. valerio scrive:

    Azzardare che chi scrive non ha mai posseduto un iPad, visto che è proprio da iPad che ho scritto l’articolo stesso e da cui scrivo l’80% degli articolo che invio ad iPaddisti, è un’affermazione un po’ azzardata.
    Ho cercato di scrivere in relazione in primis ai consigli dati da Apple stessa, visto che non vorrei si rovinasse lo schermo a qualche utente per l’utilizzo di prodotti troppo agrressivi, in secundis in base alla mia esperienza personale. Io non utilizzo prodotti liquidi o spray, utilizzo i panni: quelli in microfibra sono quelli che “rispettano” di più il vetro ma danno un risultato peggiore. Io utilizzo un semplice panno non in microfibra, spesso lo faccio con la maglietta che ho addosso, pulendo sempre in un verso (da sinistra verso destra) in modo che il grasso si accumuli tutto da un lato e non si ridistribuisca sullo schermo. La soluzione migliore, per quel che mi riguarda, è questa, se poi avete consigli migliori sono sicuramente ben accetti, ma da qui a dire che non uso il tablet ce n’è 🙂

    • Cicero scrive:

      Dato che possiedi un iPad, forse, oltre che pulirgli lo schermo lo potresti utilizzare con qualche app di latino. Nella sezione istruzione dell’app store dovrebbe esserci qualcosa! “IN SECUNDIS”

      • valerio scrive:

        È da un po’ di tempo che non studio latino, ma da questa pagina sembrerebbe che io abbia ragione: primus,a,um, secundus,a,um.
        brankaleone.free.fr/LatinLover/Grammatica/numerali.html

        • Cicero scrive:

          PREMESSA: Non ce l’ho assolutamente con te (non conoscendoti neppure), ma preferirei che non prendesse piede questa moda dell’ “in secundis”, dato che di castronerie se ne sentono già in abbondanza.

          A parte che sarebbe “secundus” e non “secundis”…
          Quindi tu avresti scritto: “in secondo in base alla mia esperienza personale…”! Ha molto senso come frase!!
          Se tu avessi voluto utilizzare la numerazione latina, avresti dovuto mettere “prior” e “alter”, avendo tu elencato 2 punti!!
          Ipotizzo invece che tu abbia fatto sfoggio di un latino maccheronico utilizzando “in primis” ed “in secundis” nel contesto della tua frase, poichè “in primis” significa “fra le prime cose” (credo tu l’abbia utilizzato come “in primo luogo/per prima cosa”) ed “in secundis” non esiste assolutamente!

          Cuiusvis hominis est errare: nullius nisi insipientis, in errore perseverare

      • oncobronco scrive:

        Ora, scusate se mi intrometto…non é ovviamente latino, è il cosiddetto latino rum. .non ha millenni ma secoli e comunque ha una sua validità culturale sul piano socio antropologico. Ciao

  4. valerio scrive:

    Oooooh, questa si che è una bella risposta 🙂 Non studio latino dalle superiori, avevo 18 anni e ora ne ho 25, quindi sono un po’ (parecchio) arrugginito e mi fa piacere una piccola lezione, anche perché me la merito in pieno 🙂
    Si, intendevo dire “in primo luogo e in secondo luogo”, mentre la locuzione “prior e alter” non la conoscevo ma sarebbe bello iniziare ad usarla (se segui iPaddisti prima o poi finirà in qualche articolo) 😀
    Mi piacerebbe sapere se sei un professore di latino 🙂 Se hai un account su twitter e vuoi dammi il tuo nick che ti seguo 🙂

  5. cipeciop scrive:

    Masticazzi il latino!
    In terzibus!

Commenta l'articolo!

Scrivi la tua opinione riguardo l'articolo "Come pulire lo schermo del nostro iPad senza rovinarlo"

iPad, microfibra, panni, prodotti, pulire, schermo, spray

© 2013 iPaddisti.it  -  P.IVA IT10463580018  -  Chi siamo   Pubblicità   Privacy   Contatti