Cacagoo OBD II, l’accessorio che mostra su iPad tutti i problemi dell’auto!

Ti piace questo articolo? Aiutaci a crescere con un like:
4

Se siete andati dal meccanico negli ultimi, all’incirca, 15 anni, avrete notato che per effettuare la diagnostica dell’automobile ad un certo punto fa una cosa particolare. Tira fuori un piccolo computer e lo collega sotto al volante, e il suo dispositivo segnala tutti quelli che sono i problemi dell’automobile, in certi casi riportando solo la descrizione, in altri dicendo anche come si risolvono.

Questo dispositivo è a tutti gli effetti un computer, che si collega alla porta OBD II che le auto hanno da molti anni, obbligatoriamente; quello che molti non sanno è che grazie ad un piccolo accessorio questa porta si può collegare anche ad iPad, che diventerà il nostro strumento personale di diagnostica.

Il funzionamento è davvero banale. Si accende la macchina (il motore deve essere acceso) e si collega l’accessorio alla porta OBD II, che ricevendo corrente attiverà la connessione Bluetooth. A quel punto, ci si collega via Bluetooth ad iPad.

Ci vuole quindi un’app in grado di leggere le informazioni: la particolarità dell’accessorio è che se l’app, scaricabile da App Store, non compare, se ne possono utilizzare altre, perché tutte le app in grado di comunicare con OBD sono compatibili con l’accessorio.

Le app più semplici fanno solo da strumento di diagnostica, mentre quelle più complesse addirittura permettono di resettare alcuni parametri dell’auto; naturalmente un minimo bisogna intendersi della cosa, ma per gli appassionati di auto e di meccanica è un ottimo modo per evitare il meccanico, almeno quando ci sono cose che si possono risolvere da soli.

Personalmente non riesco a dare informazioni più precise perché semplicemente non mi intendo di macchine, ma basta rendersi conto dei commenti su Amazon di chi ne sa più di me per capire che si tratta di un prodotto veramente utile: con un po’ di passione si possono evitare diverse spese di manutenzione dell’auto, e comunque la macchina rimane sotto controllo, così da portarla a fare le modifiche solo quando, effettivamente, ce n’è bisogno.

Per acquistare l’accessorio Cacagoo e tenere sotto controllo la tua auto puoi visitare questa pagina di Amazon!

Ti piace questo articolo? Aiutaci a crescere con un like:

4 commenti dal blog

  1. consu ha detto:

    Prima di pubblicare una recensione di qualunque tipo, e’ buona norma verificare le informazioni che il venditore pubblica sul suo sito o sulla sua vetrina ecommerce, per fugare dubbi sul fatto che l’autore o il sito che lo ospita (l’autore dell’ (sigh!) articolo e questo sito in questo caso) abbiano interesse di qualche tipo a promuovere il prodotto o servizio pubblicizzato.

    Nel caso di specie, una banale verifica sul play store (android) o su apple store avrebbe fatto sorgere dubbi sul prodotto pubblicizzato: non esiste alcuna app cacagoo da scaricare, ergo probabilmente il prodotto e’ vecchio e non piu’ supportato (oppure non nel nostro paese).

    Grazie

    • Cbdj79 ha detto:

      Ma che dici? Informati meglio, l’app c’è e si chiama “mini obd II” sia IOS (versione iPhone , non iPad) che Android, anche se non riporta il nome ” cacagoo”, sul foglio di istruzioni è riportata appunto questa app, in ogni caso il dispositivo è collegabile anche a diverse altre app che trovi negli store ricercando il termine “obd”, ergo taci se non conosci l’argomento.

      • Consu ha detto:

        In condizioni normali, l’energia spesa a pigiare tasti per rispondere a uno come te sarebbe sprecata, ma oggi faccio una eccezione vista la particolare inutilità del tuo commento: di accessori general purpose obd II ne esistono a pacchi da anni (io ne ho almeno 10 diversi), collegabili a iOS, Android, PC, basati su seriale, USB, bluetooth, wifi, etc.
        L’articolo originale (modificato dopo il mio intervento) riportava la disponibilità di una app che nella foto suggerisce la possibilità di andare oltre i codici della prima parte del protocollo OBD II. D’altra parte, per i perfetti ignoranti come te, va sempre precisato che OBD II è un protocollo basato su due set di codici, uno genera purpose e aperto, l’altro specifico di ogni modello di auto e generalmente fornito dalle case solo dietro pagamento di un importo significativo per acquistare attrezzatura specifica (tipicamente disponibile ai meccanici professionisti).
        Ora, chiarito che l’ignorante sei tu, ti suggerisco di provare a informarti prima di scrivere: in tal modo, essendo richiesto qualche lustro prima che tu possa solo renderti conto di cosa si parla, potremo tutti beneficiare di qualche anno di assenza dei tuoi inutili sproloqui.

        Non perdere tempo a ringraziarmi per il consiglio, aiuto volentieri un poveraccio in difficoltà.

        • Cbdj79 ha detto:

          Ma che dici? Cosa c’entra quello che dici in risposta al mio commento? Io ho risposto al tuo commento dove da ignorante dichiari che non esiste una app da collegare al device e che è quindi vecchio e non supportato. Dici il falso, l app ufficiale c’è e funziona, si collega anche ad app di terze parti sia su IOS che su Android, tipo la più famosa su Android “”torque”. Permette in base al app di leggere molti parametri, di resettare gli errori e non solo. Che poi tu voglia farne un uso più spinto e questo non te lo permette non lo metto in dubbio ma non è quello che dicevi nel commento al quale ti ho risposto. Sei troppo saccente, faresti meglio a darti una calmata e imparare ad esprimere meglio altrimenti come si fa a capirti? Prima critichi che non è supportato da app (falso) e poi invece rispondi che non supporta alcuni protocolli proprietari , ti rendi conto che parli di cose diverse?

Commenta l'articolo!

Scrivi la tua opinione riguardo l'articolo "Cacagoo OBD II, l’accessorio che mostra su iPad tutti i problemi dell’auto!"

accessorio auto, accessorio obd, accessorio obd ii, Cacagoo obd ii, obd ii, obd ii ipad

© 2017 iPaddisti.it  -  P.IVA IT10463580018  -  Chi siamo   Pubblicità   Privacy   Contatti