Apple Macbook 12: prime impressioni non molto positive

Ti piace questo articolo? Aiutaci a crescere con un like:
2

Apple Macbook 12: prime impressioni non molto positive


Svelato in occasione del keynote “Spring forward”, il nuovo Macbook da 12 pollici con Retina Display è un notebook diverso dai soliti Macbook Air e Macbook Pro, con alcuni vantaggi e svantaggi. Ecco le prime impressioni a riguardo.

I giornalisti che hanno avuto modo di provare in anteprima il nuovissimo Macbook da 12 pollici hanno fatto sapere che, nonostante sia un vero e proprio gioiello del design e della tecnologia, ha alcune cose che non convincono pienamente. Ecco quali.

Il nuovo computer portatile di casa Apple è davvero molto leggero e sottile, ha un’autonomia di circa 10 ore e non manca il Retina Display, per una qualità elevatissima delle immagini. Tutto molto bello, ma gli ingegneri della casa di Cupertino sono stati costretti a scendere ad alcuni compromessi per poter realizzare questo notebook.

Apple Macbook 12: prime impressioni non molto positive

Prima di tutto, lo storico logo illuminato che da sempre contraddistingue i portatili Apple non c’è più nel Macbook da 12 pollici. Al suo posto, una mela metallica con lucidatura a specchio, come l’iPad per intenderci. Si tratta di una mancanza che ad alcuni potrebbe dare un po’ fastidio, anche se dal punto di vista delle funzionalità non cambia nulla.

La seconda grande differenza è la tastiera, con un meccanismo non più a forbice, ma a farfalla. A detta di Apple, questo tipo di meccanismo garantisce una digitazione più comoda, rapida e precisa. Sulla carta effettivamente è così, ma nella pratica la situazione cambia.. molti giornalisti infatti hanno avuto qualche difficoltà a scrivere con il nuovo Macbook, con la sensazione di avere di fronte una tastiera touch. Siamo convinti però che sia semplicemente questione di abitudine, un po’ come chi acquista una tastiera meccanica e si sente spaesato all’inizio.

Per quanto riguarda il Force Touch, c’è ancora qualche dubbio a riguardo:

“Devi premere forte e mantenere la pressione per tutto il clic. A un certo punto, sentirai un sottile secondo clic, e voilà ecco attivato Force Clic. Ma per una società che si è rifiutata di infilare più di un pulsante sul mouse, aggiungere un’interazione extra sul trackpad sembra strano.”

[Via]


Ti piace questo articolo? Aiutaci a crescere con un like:

2 commenti dal blog

  1. […] prima importante novità è il supporto nativo al Force Touch Trackpad, tecnologia presente nei Macbook di ultima generazione svelati durante l’evento “Spring forward“. Le API presenti nella Beta 3 […]

  2. […] nuovo Macbook Retina da 12 pollici è tanto bello quanto costoso, e al momento non vale la pena acquistarlo. In questo articolo di approfondimento vi spieghiamo il […]

Commenta l'articolo!

Scrivi la tua opinione riguardo l'articolo "Apple Macbook 12: prime impressioni non molto positive"

anteprima, apple, Macbook 12, prime impressioni

© 2015 iPaddisti.it  -  P.IVA IT10463580018  -  Chi siamo   Pubblicità   Privacy   Contatti