A rischio gli utenti con l’iPad jailbroken

Ti piace questo articolo? Aiutaci a crescere con un like:
17

Notizia di qualche giorno fà riportava che in America il jailbroken fosse legale, in quanto una volta acuistato un dispositivo Apple (iPhone, iPod o iPad), essendo divenuto di proprietà dell’acquirente, sarebbe potuto essere utilizzato nella maniera desiderata, senza sottostare a dictat o a normative disposte dalla casa madre. Per un breve periodo c’è stato il dubbio riguardo la legalità o meno di quest’operazione di sblocco dei dispositivi, ora però la Apple è tornata a parlare del jailbreak e in maniera netta.

La casa di Cupertino ribadisce a voce grossa che il jailbreak è un’operazione non consentita, una volta effettuata la procedura sui device, tra cui anche l’iPad, si andrà a far decadere la garanzia del prodotto, ma il problema non finisci qui.

Oltre all’invalidazione della garanzia dell’oggetto jailbroken si potrebbe essere vittime  del blocco del dispositivo stesso da parte di Apple, più precisamente gli utenti che effettueranno il jailbreak potrebbero incorrere alla sanzione del non funzionamento del loro device, in quanto la Apple non è compiacente all’installazione di software non autorizzati sui propri prodotti, e ai suoi “dissidenti” vuole impartire lezioni del tipo: “non ti piace il nostro prodotto così come viene offerto? Non sei meritevole di averlo”.

Questa iniziativa discutibile da parte di Apple porterà sicuramente molti malumori tra i suoi clienti, il problema della legalità e possibilità di poter effettuare il jailbreak è da sempre un tabù per i clienti Apple e per la casa stessa, che non riesce a trovare, a mio modo di vedere, una giusta posizione intermedia, venendo incontro anche a chi, spendendo delle cifre considerevoli non ha la possibilità di poter usare a proprio modo e volontà il prodotto acquistato. Proprio questa impossibilità di modificare, personalizzare un iPhone o un iPad è uno dei più grandi illeciti che si possano imporre su prodotti tecnologici, la speranza è che si arrivi in breve tempo ad una soluzione migliore e non di totale proibizionismo.

Fateci conoscere le vostre idee a riguardo e magari le esperienze avute con dispositivi Apple sbloccati.


Ti piace questo articolo? Aiutaci a crescere con un like:

17 commenti dal blog

  1. Alcares ha detto:

    Io credo che stiamo arrivando al ridicolo.

    Il discorso “non ti piace il nostro prodotto così come viene offerto? Non sei meritevole di averlo.” è esageratamente classista e rasenta il razzismo tecnologico puro.

    E’ come se un produttore di auto di lusso mi perseguisse legalmente perché trasporto una cassetta di frutta sui sedili posteriori in pelle, o un produttore di rigatoni mi denunciasse perché li abbino ad un’anguria!

    Tanto più che le limitazioni tecnologiche imposte da Apple sono molto bloccanti in molti casi.

    Va bene per la garanzia, ci mancherebbe, ma con i miei soldi faccio quel che voglio!
    A patto ovviamente di restare nel lecito e non usare il jailbreak per la pirateria.

    • Revel ha detto:

      Sono pienamente d’accordo con il tuo pensiero, ma vorrei ricordare che si tratta solo di un rumors.

      Da quale sito è partita questa notizia?

  2. Darter ha detto:

    Il discorso virgolettato voleva esprimere in maniera netta il pensiero che l’Apple ha fatto intendere di avere riguardo la vicenda jailbreak. Mi sembra veramente assurda come posizione. Sono d’accordo con il tuo commento, un conto è avere cura dei propri interessi vendendo il prodotto nel miglior modo e garantendo ai propri clienti un’ottimo supporto e garanzia, ma dal momento che esborso una considerevole cifra economica per comprarmi un loro prodotto, voglio avere la totale libertà di usarlo in qualsiasi modo io voglia.

  3. Darter ha detto:

    Fonti come Eletronic Frontie Foundation riporta già dal 2009 sul loro sito,la notizia che: “il Jailbreaking dell’iPhone costituisce una violazione del diritto d’autore e una violazione di DMCA, afferma l’Apple in osservazioni depositate presso il Copyright Office come parte della regolamentazione della DMCA. Questa è la prima dichiarazione ufficiale da parte di Apple al pubblico, riguardo la sua posizione giuridica in materia del jailbreaking”.
    Il 26 luglio c.a. dallo stesso sito si riporta la novità legale che si può leggere a questo indirizzo http://www.eff.org/press/archives/2010/07/26 notizia riportata anche da Macrumors . Tuttavia si deve fare attenzione su come poter utilizzare il dispositovo con jailbreack, in quanto Apple riporta su documenti ufficiali che: “modifiche non autorizzate sul software dell’iPhone e altri dispositivi Apple, violano il contratto di licenza software “. Inoltre il il Dmca è stato dichiarato incapace di agire contro coloro che, a scopo non di lucro ma per analisi, studio o semplice curiosità manomettono il firmware e disabilitano le limitazioni. Quindi non commettendo un’operazione di pirateria atta ad altri scopi. “Apple, la casa produttrice dell’iPad, ha contestato l’esenzione per i dispositivi jailbreakati. In una lettera che la società ha inviato al Copyright Office ha sostenuto che consentire il jailbreaking sarebbe un danno “in violazione del copyright, potendo causare potenziali danni per il dispositivo e di altri potenziali effetti nocivi, ed effetti negativi sul funzionamento del dispositivo, oltre che alla violazione del contratto in essere”. notizia riportata dal sito http://news.cnet.com/8301-13578_3-20011661-38.html?part=rss&subj=news&tag=2547-1_3-0-20 e riportata in altri siti che stanno monitorando la vicenda. Ovviamente sono rumors quelli riportati sulla possibilità da parte dell’Apple di bloccare i dispositivi “illegali” tuttavia se si usa il jailbreak dell’iPad o iPhone per scaricare app craccate, beh la casa madre potrebbe, in non rispetto del contratto di vendita, applicare le sue norme di regolamento. Inoltre andando sul forum di discussione dell’Apple si potrà notare come diversi utenti non sono sicuri della non reazione dell’Apple verso i dispositivi illegali scoperti. http://discussions.apple.com/thread.jspa?threadID=2522393&start=15&tstart=0 .

  4. Darter ha detto:

    Ulteriori siti d’informazione stanno tenendo d’occhio l’intenzione che l’Apple ha nei confronti degli utenti che usano il jailbreack..dal sito http://www.informationweek.com/news/hardware/handheld/showArticle.jhtml?articleID=226500146 viene riportato che la casa madre di prodotti come ipod, ipad e iphone sembra non essere d’accordo con l’approvazione del jailbreak avvenuta qualche giorno fà, in quanto sul sito di supporto ha in evidenza in messaggio di mettere in guardia i consumatori contro l’installazione di qualsiasi software che hackeri il sistema operativo”.

  5. Alcares ha detto:

    Darter, capisco che si tratta di rumors, ma sono rumors in perfetta linea con il pensiero che Apple potrebbe di fatto avere 🙂

    Poi tutto sta a vedere come Apple riesca a smascherare un possessore di prodotto Apple con jailbreak.

    • Darter ha detto:

      Esatto Alcares, è quanto ho riportato nell’articolo, tuttavia secondo me l’Apple dovrebbe “farsi furba” e trovare la giusta posizione nella vicenda. Parlando shiettamente, chi andrebbe a comprarsi un dispositivo d’importante valore: economico e tecnlogico senza avere nessuna libertà d’utilizzo? Questa è senza dubbio un’arma a doppio taglio e il giocarci troppo sopra, potrebbe essere controproducente.

  6. […] This post was mentioned on Twitter by iPaddisti, iPaddisti. iPaddisti said: A rischio gli utenti con l'iPad jailbroken – http://ping.fm/OWYDj […]

  7. Elisa Ceccarelli ha detto:

    Io credo che il discorso sia stato chiarito in America dove una sentenza ha espressamente specificato che il Jail è del tutto legale, fermo restando il discorso di cui parlavate prima della pirateria.
    Se io volessi prendere il mio iPhone, e cambiarci la scocca posteriore con un pezzo di ferro arrugginito, non posso farlo??

  8. Darter ha detto:

    si parla di questioni legali al software e alle applicazioni che possono girare sui device Apple. Ovviamente se vuoi graffiare, modificare, stravolgere l’estetica del tuo iPhone sei liberissima di farlo,

  9. Elisa Ceccarelli ha detto:

    Si, ma io l’ho detto per fare un esempio estremo.. il software dei prodotti apple, e l’estetica dei loro prodotti si equivalgono..stai comunque stravolgendo un loro prodotto.. e se si ragiona in tal maniera, non si potrebbe nemmeno smontare un idevice e modificarne l’estetica. Ok, tale pratica invalida la garanzia, ma non si può arrivare a pensare che il terminale venga bloccato.

  10. Darter ha detto:

    vedremo…. magari il fornire aggiornamenti software continui sarebbe una possibile forma contro la pirateria.

  11. Elisa Ceccarelli ha detto:

    La pirateria è un problema che comunque và debellato..le app costano talmente poco, e tantissime sono nella versione lite, quindi credo sia davvero assurdo doverle scaricare in maniera illegale..

  12. Darter ha detto:

    Non mi trovi completamente d’accordo con questo tuo ultimo commento Elisa.
    Ci sono applicazioni e applicazioni, tuttavia le versioni lite non riproducono al pieno le funzionalità (per ovvie ragioni) dell’app full. , poi certo ci sono app che costano poco, e di sicuro la pirateria non è la strada da percorrere. Per quello che m’interessa sembra comunque che la Apple stia cambiando qualcosa nell’App Store, e nel modo in cui le applicazioni vengono descritte e fatte conoscere all’utnete prima dell’acquisto, a breve sarà pubblicato nel sito un articolo proprio a riguardo.

  13. Ratava ha detto:

    Ho comprato un iPad e dopo due giorni l’ho jailbreak-ato. Perche’? Perché’ dopo aver speso 499€ non potevo vedere filmati flash, non avevo il multitasking e non potevo scegliere applicazioni se non quelle proposte dalla Apple. Evviva Cydia, l’insetto che mangia le Mele.

    Ciao a tutti
    –ratava

  14. […] Read the original here: A rischio gli utenti con l'iPad jailbroken […]

  15. dadostirlo97 ha detto:

    ma si ancora in rischio?

Commenta l'articolo!

Scrivi la tua opinione riguardo l'articolo "A rischio gli utenti con l’iPad jailbroken"

apple, iPad, iphone, ipod, Jailbreack

© 2010 iPaddisti.it  -  P.IVA IT10463580018  -  Chi siamo   Pubblicità   Privacy   Contatti